Cosenza, Baclet: "Ora è il momento delle soddisfazioni"

Serie C

La formazione calabrese sogna in grande dopo il successo per 2-1 sulla Sambenedettese, Braglia: "La squadra sta facendo vedere alla città che ci crede". Parla Baclet: "Dobbiamo stare sul pezzo, andare avanti mentalmente"

SERIE C, PLAYOFF: I RISULTATI DEI QUARTI D'ANDATA
IL NAPOLI, GLI ERRORI, IL COSENZA: CHI È TUTINO

Sogno rossoblù che prosegue, vivo come non mai. Cosenza che batte 2-1 la Sambenedettese nella gara d'andata del secondo turno nazionale dei playoff e lo fa al San Vito-Marulla grazie alle reti di Bruccini e Baclet. "Adesso dobbiamo andare lì per vincere almeno di un gol, se ci abbassiamo rischiamo solo di prenderlo ed è difficile recuperare: il mister sta lavorando bene su di loro, ma siamo un bel gruppo, usciti da una situazione difficile e che ora si sta togliendo soddisfazioni importanti. Dobbiamo stare sul pezzo, non mollare niente, andare avanti mentalmente", le parole dell’attaccate del Cosenza. Baclet ha poi proseguito: "Il fatto di aver avuto tante difficoltà in passato, anche dopo la sconfitta contro il Rende ci siamo chiusi in noi stessi ed abbiamo deciso di darci l'uno per l'altro: vedere Mungo che ripiega e si sforza per tutti è meraviglioso e ti sprona a dare il massimo", ha proseguito.

Braglia su Baclet: "Poteva aspirare a una carriera diversa"

"Baclet è un titolare è un giocatore forte: il problema di Allan è che nella vita gli è piaciuto fare tante cose, poteva aspirare ad una carriera diversa, da qualche anno ha messo la testa a posto e se sta bene fisicamente e mentalmente è un giocatore molto forte", le parole di Piero Braglia. L'allenatore del Cosenza analizza poi il match vinto contro la Sambenedettese: "Noi se andiamo a San Benedetto a difenderci usciamo più facilmente, noi dobbiamo solo fare la nostra partita. Secondo me avremmo meritato di vincere con più gol di scarto, poi il calcio è quello che è e dobbiamo accettare il verdetto del campo. Possibilità di passaggio del turno? 49% noi, 51% loro. L'atteggiamento sarà quello di stasera, noi non cambiamo niente, andiamo là e facciamo la nostra partita: loro saranno i favoriti e saranno molto pericolosi. Posso solo ringraziare il pubblico, oggi si sono viste le potenzialità della città e della provincia, la squadra sta facendo vedere alla città che ci crede", ha concluso.

I più letti