#CESENASTORIES, 4^ puntata. Un caffè con Rosaia

Serie C

“Abbiamo steccato qualche risultato e questo ha condizionato il nostro cammino”. Non si tira indietro Giacomo Rosaia, autore del gol del primo, momentaneo, vantaggio del Cesena contro la Fermana. Ora si punta alla vittoria. Già da stasera

Ci ha provato il Cesena. E contro la Fermana ci stava quasi riuscendo. Anche se la domenica non era iniziata nel migliore dei modi: nemmeno il tempo di arrivare al minuto 20 che la squadra di Modesto era già sotto di un gol. Per fortuna il rigore di Butic ha rimesso in piedi la partita e la giornata. Quella che sarà una lunga giornata. Migliorata dopo il gol di Rosaia che ha fatto esultare tutti. Una gioia durata fino al secondo tempo quando Maistrello ha messo la firma sul 2-2 (doppietta). Modesto gioca allora la carta Franco per Zerbin e il cambio dà ragione al mister perché il centrocampista di Castrovillari trova l’eurogol di giornata. Tutto molto bello, fino al 37’ quando la Fermana chiude i conti. Finisce 3-3, l’ennesimo punto.

 

Tra i protagonisti di Fermo c'è sicurmente Giacomo Rosaia che domenica ha segnato il primo gol con la maglia del Cesena e che ci racconta i primi calci con le maglie di Inter, Fiorentina. Ma ora c’è solo il bianconero per il 26enne centrocampista di Massa. “Sicuramente le aspettative dopo un precampionato importante erano alte. Abbiamo steccato qualche risultato e questo ha condizionato un po' il nostro cammino. Ed è un peccato perché qualche prestazione poteva essere condita da qualche punto in più. Ma questo è il calcio. Ci sono già passato, sono momenti. Dobbiamo continuare a lavorare, credere nel lavoro quotidiano e sono sicuro che con le ottime prestazioni che stiamo portando a casa nelle ultime partite ci toglieremo grandi soddisfazioni”.

Magari già stasera nella partita di Coppa Italia. Si bissa la trasferta a Ravenna.

I più letti