Coronavirus, due giocatori Pianese e un operatore della squadra di Serie C positivi. News

Serie C - Lega Pro
pianese tifosi

Al 22enne risultato positivo giovedì, si aggiungono altri due casi di positività all'interno del club toscano di Serie C: si tratta di un giocatore 23enne e di un operatore della squadra, che sono risultati positivi al tampone. Lo riporta la Regione Toscana, che comunque specifica che per gli ultimi due casi gli esami sono in attesa di validazione presso l'Istituto superiore di sanità

PIANESE, SALGONO A QUATTRO I POSITIVI

Un'intera squadra di professionisti, la Pianese, formazione di Piancastagnaio (Siena) che disputa il campionato di serie C, girone A, è stata messa in quarantena dopo che uno dei suoi giocatori, un 22enne, è risultato positivo al tampone per il Covid-19,  a cui si è  sottoposto giovedì 27 febbraio per aver accusato alcuni malesseri. Il ragazzo, in buone condizioni, è ricoverato all'ospedale Scotte di Siena.

Pianese, la Regione conferma: altri due casi

Al 22enne si aggiungono anche altri due casi di positività all'interno della squadra toscana. Si tratta di un 23enne che viveva in casa con il 22enne e di un operatore 60enne della squadra. Lo riferisce la Regione Toscana, specificando che per gli ultimi due casi gli esami sono in attesa di validazione presso l'Istituto superiore della sanità. "I due nuovi tamponi positivi, ma in attesa di validazione da parte dell’Istituto superiore di sanità, riguardano un altro calciatore della Pianese in provincia di Siena e un operatore della squadra. Nel primo caso si tratta di un ventitreenne che viveva in casa con il giovane già risultato sospetto positivo ieri. A differenza del compagno di squadra, in buone condizioni anche lui ma ricoverato alle Scotte di Siena, il secondo giocatore è al momento solo in isolamento domiciliare, con lievi sintomi influenzali. Per il sessantenne operatore della squadra di calcio, che ha accusato febbre alta e tosse, è stato disposto invece il ricovero e già si trova alle Scotte", si legge nel comunicato.

Juve U23, per precauzione niente allenamenti con la prima squadra

I toscani avevano giocato domenica in campionato ad Alessandria contro la Juventus U23, ma senza schierare il calciatore in questione, già febbricitante. Per precauzione, comunque, la Juve ha deciso di impedire per qualche giorno ai componenti della Under 23 di allenarsi con la prima squadra, anche se nessuno di loro ha accusato finora sintomi che possano far temere un contagio. Il calciatore si trova ricoverato in isolamento, nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Siena ma è in buone condizioni e non ha più la febbre. In attesa della conferma della positività da parte dell'Iss, per una famiglia di quattro persone che aveva avuto contatti con lui e' stata disposta la quarantena con sorveglianza attiva a Grosseto. Tutti i giocatori della Pianese sono stati invitati a rimanere nelle loro abitazioni in quarantena. Stessa sorte, fa sapere la società, per lo staff tecnico e dirigenti: una trentina in tutto le persone in isolamento volontario fiduciario nei loro luoghi di residenza, sparsi in diverse regioni.

I più letti