#CESENASTORIES, 32^ pt. Brignani, il Cesena nel destino

Serie C - Lega Pro

"Tanto tempo fa mi ero immaginato di poter indossare questa maglia". E' il racconto di Fabrizio Brignani, difensore classe 1998 che, in tempi non sospetti, già sognava il bianconero

Il Cesena non si ferma. Non giocherà le prossime due partite, ma gli allenamenti proseguono e c’è anche il modo di tirare un sospiro di sollievo per Caturano, uscito contro il Vicenza per infortunio. “Pensavo peggio – ammette l’attaccante bianconero- quindi sono contento dell'esito finale visto che si tratta solo uno stiramento di primo grado. Non è grave come si pensava e siamo già carichi per rientrare”. C’è dunque il tempo per recuperare gli infortunati e per dedicarsi alla parte atletica, anche se tutti non vedo l’ora di tornare a giocare.

 

Come Fabrizio Brignani, difensore classe 1998 arrivato in estate in prestito dal Bologna. “Vi rivelo una piccola chicca che mi è tornata in mente”, racconta Fabrizio. “Mio fratello più piccolo, che è del 2002, aveva giocato le finali dei giovanissimi qui a Cesena e mio papà lo aveva seguito. Mi avevano entrambi parlato benissimo, rimasero colpiti soprattutto dallo stadio e dalla atmosfera, quasi meravigliati. In quel momento mi ero immaginato, in un futuro, potessi indossare questa maglia. Mi ricordo molto bene quel momento e quella sensazione”. Il Cesena nel destino. Ora è realtà e il difensore la racconta così. “Siamo un bel gruppo, di ragazzi semplici. Mi sto trovando molto bene con Nicola Capellini, Giacomo Rosaia o Butic. Ora non vedo l'ora di ricominciare anche se questa pausa ci sta anche dando la possibilità di allenarci con più intensità. Abbiamo voglia di giocare: lo stato mentale delle ultime due partite era positivo, ora serve la scossa finale per chiudere alla grande la stagione”.

I più letti