Coronavirus, Saraniti del Vicenza positivo: "Sto bene, aiutiamo i medici rimanendo a casa"

Serie C - Lega Pro

L'attaccante del Vicenza (girone B di Serie C) positivo al tampone: "Ho il Coronavirus, ma sto bene e la mia famiglia non ha alcun sintomo. Aiutiamo gli operatori sanitari che stanno salvando le nostre vite, rimaniamo a casa". Il giocatore era in isolamento volontario dallo scorso 9 marzo

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

"Sto bene, sia mentalmente che fisicamente. Volevo rassicurare tutti e rivolgere il mio pensiero ai dottori in prima linea in questa battaglia", sono queste le prime parole pronunciate da Andrea Saraniti, attaccante del Vicenza (in prestito dal Lecce), dopo la notizia della positività al Covid-19. Un nuovo caso di Coronavirus nel mondo del calcio dunque: "La Società LR Vicenza comunica che il giocatore della prima squadra Andrea Saraniti, a seguito di alcuni sintomi, è stato sottoposto a tampone ed è risultato positivo al COVID-19. Il calciatore è in buone condizioni di salute, non lamenta più sintomi e resterà in isolamento volontario presso il proprio domicilio, nel quale si trova dal 9 marzo assieme alla famiglia, come da procedura sanitaria”, si legge nella nota del Vicenza. "Tutti gli altri atleti e membri dello staff tecnico che dalla stessa data, in virtù della sospensione dell’attività agonistica, si trovano presso il proprio domicilio di lavoro, stanno bene e non denotano sintomi, continuano ad attenersi ai protocolli e a seguire i programmi personalizzati di allenamento", conclude il comunicato del club, attualmente al primo posto nel Girone B di Serie C.

Saraniti: "Stiamo a casa, diamo una mano ai medici che ci stanno salvando"

A rassicurare tutti sulle proprie condizioni di salute ci ha pensato proprio Saraniti con un videomessaggio pubblicato sui canali social del Vicenza. "Ciao ragazzi! Faccio questo video, perché a seguito di alcuni sintomi influenzali, ho fatto il tampone e mi è arrivato l’esito positivo del Covid-19. Vi volevo avvisare che sto bene sia mentalmente che fisicamente. La mia famiglia fortunatamente, ad oggi, non ha alcun tipo di problematica o sintomi, perciò io continuo a fare allenamento a casa. Volevo comunque rassicurare tutti che sto bene e la mia famiglia sta bene", le sue parole. Pensiero che va poi ai medici e agli operatori sanitari impegnati nella lotta al Coronavirus: "Volevo rivolgere un pensiero a tutti gli operatori sanitari, medici e dottori che stanno combattendo questa battaglia per farci stare più tranquilli. Noi dobbiamo essere intelligenti, noi popolo italiano siamo intelligenti e lo stiamo dimostrando, però ancora di più in questo momento difficile diamo una mano a coloro che ci stanno salvando, stiamo a casa, non usciamo per cavolate. Se andiamo a fare la spesa ok, se andiamo in farmacia ok, se c’è un problema in famiglia e dobbiamo andare in ospedale ok, però stiamo a casa, aiutiamo coloro che ci stanno aiutando. Un abbraccio a tutti", ha concluso Saraniti.

CALCIO: SCELTI PER TE