Roma-Feghouli, si continua a lavorare: le ultime

Calciomercato
Sofiane_Feghouli_west_ham_getty

Il nome dell’attaccante ora al West Ham rimane al centro delle riflessioni di mercato dei giallorossi. I due club non sono d’accordo sulla formula della cessione e la società inglese dopo Zaza si trova a dover gestire anche il malcontento di Payet. L’alternativa rimane Musonda del Chelsea

La Roma prosegue nella ricerca dei giusti rinforzi, nelle ultime settimane la rosa allenata da Luciano Spalletti si è indebolita numericamente e la società sta lavorando per trovare la giusta alternativa per il reparto avanzato. Nelle prossime partite non ci sarà Mohamed Salah, impegnato con il suo Egitto in Coppa d’Africa, mentre Juan Manuel Iturbe ha già lasciato la capitale per iniziare la sua avventura con il Torino di Mihajlovic. Da qui la necessità di trovare nuovi elementi per migliorare una squadra che in questa seconda parte di stagione sarà impegnata su più fronti.

Si lavora sul giocatore del West Ham -
Quello dell’attacco, come detto, è il reparto su cui si stanno concentrando le attenzioni degli uomini mercato giallorossi: la ricerca del giusto profilo da regalare all’allenatore ha impegnato anche oggi il direttore sportivo Massara e il direttore generali Baldissoni, entrambi presenti a Trigoria mentre la squadra lavorava sul campo per preparare il prossimo impegno di Serie A contro l’Udinese. Tra quelli già sondati nei giorni scorsi, uno dei nomi che più piace e su cui si continuano a concentrare le attenzioni della Roma è quello di Sofiane Feghouli, francese naturalizzato algerino classe 1989 ora di proprietà del West Ham.

Problema Payet - L’ostacolo per la Roma è proprio la situazione che riguarda la società inglese, che rende la trattativa complicata: i giallorossi infatti vorrebbero provare a portare il calciatore in Italia con la formula del prestito mentre il club che gioca in Premier League non gradirebbe questa soluzione e vorrebbe pertanto cedere il giocatore solo a titolo definitivo. La valutazione del suo cartellino è di 10 milioni di euro, dopo l’addio di Simone Zaza (sempre più vicino al Valencia) e la volontà di Dimitri Payet di non giocare più con la squadra di Bilic - emersa nelle scorse ore e confermata anche dall’allenatore - il West Ham si troverebbe a stravolgere il suo reparto offensivo. La situazione di Payet, comunque, non dovrebbe rappresentare un ostacolo diretto per la trattativa tra Roma e Feghouli ma potrebbe comunque rallentarla.

Nessuna deadline -
Al momento non è stata fissata alcuna deadline dal club inglese, si attendono sviluppi più precisi nei prossimi giorni che potrebbero definire meglio la situazione dell’attaccante ora in Premier. La Roma aspetta, riflette e studia anche un eventuale piano B, che come raccontato nei giorni scorsi risponde sempre al nome di Charly Musonda. Quello del talento belga classe 1996 rimane il profilo più caldo e i giallorossi non hanno intenzione di mollarlo. Dopo il ritorno al Chelsea dopo il prestito al Betis, Musona potrebbe cambiare ancora; molto, però dipenderà dagli sviluppi relativi a Feghouli e alle riflessioni degli uomini mercato della Roma.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche