Calciomercato, Kalinic-Cina: oggi giorno decisivo

Calciomercato

La società aspetta di capire con chiarezza dal calciatore la sua decisione finale; solo in caso di esplicita richiesta il croato potrebbe partire. Nelle prossime ore è previsto anche uno contatto tra il club e l'intermediario della trattativa Ramadani. Andone nella lista dei possibili sostituti

Una permanenza a Firenze che rimane in bilico, un futuro tutto da definire. Ancora non è chiaro se Nikola Kalinic concluderà la stagione in Italia con la maglia della Fiorentina oppure se alla fine l'attaccante partirà con direzione Cina. Il Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro non molla l’obiettivo, la società viola attendo l'offerta ufficiale che possa soddisfare le richieste. Poi la palla passerà nelle mani del calciatore: decisiva sarà la sua volontà, se il croato dovesse spingere per una cessione allora la Fiorentina potrebbe pensare di privarsi del suo calciatore. In caso contrario il club toscano ha sempre fatto capire che Kalinic sarebbe partito solo di fronte ad un'offerta pari o superiore alla clausola accessoria fissata a 50 milioni di euro.

Andone possibile sostituto - La società viola aspetta anche di parlare con Fali Ramadani, amico dell’agente del calciatore e in ottimi rapporti con la Fiorentina. L’intermediario dell’operazione è atteso in città per consegnare l’offerta ufficiale ai viola nelle prossime ore. Dopo le parole di Andrea Della Valle al termine della gara vinta contro la Juventus, si aspetta di conoscere quale sarà la decisione finale del giocatore con la Fiorentina che nel frattempo inizia a guardarsi intorno: la società ha messo gli occhi su Florin Andone, attaccante romeno del Deportivo La Coruna classe 1993. Lo scorso anno il giocatore ha fatto molto bene in Segunda Division con la maglia del Cordoba (segnando 26 reti) e ora è stato inserito nella lista dei possibili sostituti del croato se alla fine quest’ultimo dovesse davvero partire. Kalinic sembra convinto ad accettare l’offerta della squadra cinese, anche se avrebbe intenzione di chiedere una cifra leggermente superiore ai 10 milioni di euro di ingaggio proposti. Opzioni e dettagli su cui si dovrà comunque lavorare ancora.

Le parole di Antognoni -
"Kalinic è un giocatore importante per la Fiorentina - ha dichiarato Giancarlo Antonioni nelle scorse ore a margine di un evento al Senato - finora ha espresso un ottimo calcio e ha segnato tanti gol. Perderlo sarebbe molto negativo per noi e sostituirlo non sarebbe semplice. Quindi la società dovrà pensarci bene. C'è un discorso aperto perché c'è il mercato, ma non c'è niente di certo. C'è una clausola rescissoria su di lui e vediamo cosa accadrà. Ma in questo momento è ancora un nostro giocatore. Se va via Kalinic sicuramente arriverà qualcuno non dico di pari valore, perché in questo momento è difficile, ma che possa ricoprire il suo ruolo".

Si aspetta la decisione finale - Riflessioni che continuano in attesa di sapere fino a che punto potrà arrivare l'offerta del Tianjin: la Fiorentina già fatto capire di non avere intenzione di accettare i 38 milioni di euro che i cinesi vorrebbero offrire, l'idea è quella di lasciar partire il calciatore solo se verrà pagata per intero la clausola; è però chiaro che una esplicita richiesta del croato potrebbe cambiare tutto quanto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche