Calciomercato, tre club italiani su Kevin Ramirez del Nacional

CalcioMercato

Occhi in Sudamerica, da sempre fucina di calciatori d'alto livello. Genoa, Sassuolo e Udinese, infatti, hanno messo gli occhi sul giovane talento uruguayano classe '94 e lo stanno seguendo con molta attenzione

Un (altro) Ramirez potrebbe arrivare in Italia, in Serie A. No, non parliamo di quel Gaston che anni fa faceva sognare i tifosi del Bologna, bensì di Kevin, talento del Nacional de Football. Un profilo che fa gola a diversi club del nostro campionato: si tratta di Genoa, Sassuolo e Udinese, squadre sempre attente ai giovani che stanno seguendo Ramirez con attenzione. Identikit che intriga: classe '94, nazionalità uruguayana, esterno d'attacco ma anche punta. Eclettico, può ricoprire entrambi i ruoli, quest'anno ha segnato 6 reti e ha servito altrettanti assist. Come detto, Sassuolo, Genoa e Udinese lo seguono con attenzione. Profilo che piace. 

Así #JuegaNacional a las 15:30 horas ante Sud América en el estadio Centenario #DaleBolso

Un post condiviso da Club Nacional De Football (@nacional) in data:

Chi è Kevin Ramirez? 

Di lui si dice un gran bene, calciatore eclettico che può ricoprire diversi ruoli. Nasce punta, attaccante d'area di rigore, ma col tempo ha iniziato a destreggiarsi bene come esterno alto. Qualità principali? Dribbling, velocità, capacità di saltare l'uomo. Un'ala moderna, Ramirez. Cresce nei Wanderers di Montevideo, poi colleziona 9 reti in tre stagioni (con 35 presenze) e se ne va al Nacional. E pensare che tutto iniziò con un semplice provino, come spesso succede. "Quello lì? Un talento!". Preso nel giro di mezz'ora grazie a tunnel e belle giocate. Giocatorino niente male. Nel mezzo, un prestito in seconda divisione al Miramar Misiones (6 gol in 9 gare). "Quella stagione mi ha aiutato moltissimo, sono tornato al Wanderers con più fiducia nelle mie capacità". Poi il grande salto: "E' un sogno giocare la Libertadores col Nacional!". Tant'è che dal 2015 gioca con la maglia del "Decano" ed ha attirato l'attenzione di diversi club, vincendo anche il campionato nazionale del 2016. Reti? 9 in 43 presenze fin qui. Non segna tanto ma produce gioco, dribbla, ha visione, prende palla e crea qualcosa. Mancino, classe '94, ha avuto diversi grandi maestri che gli hanno insegnato quello che oggi sa. Genoa, Udinese e Sassuolo lo seguono con attenzione, nel suo futuro potrebbe esserci la Serie A.

I più letti