Calciomercato, Empoli: incontro con Longo. Carli saluta

Calciomercato
01_longo_lapresse

Dopo la retrocessione in Serie B il club toscano programma la prossima stagione: è Moreno Longo il nome forte per la panchina, quest’oggi in agenda un incontro tra le parti. Carli saluta: "Non ha funzionato niente, bisognerà rimarginare la ferita"

Una stagione conclusa con la retrocessione in Serie B arrivata all’ultima giornata e un’altra da iniziare a preparare al meglio, in casa Empoli la parole d’ordine è una sola: ripartire. E se l’addio del direttore generale Marcello Carli è già ufficiale da qualche giorno e il nome di Daniele Faggiano (Parma) è quello al momento in pole per sostituirlo, altra priorità è quella legata alla decisione relativa al prossimo allenatore. E in questo senso quella di oggi potrebbe essere una giornata importante, chissà forse decisiva: il club toscano, infatti, incontrerà Moreno Longo, qualcosa in più di una semplice idea per la panchina. L’attuale allenatore della Pro Vercelli piace molto e il colloquio in programma oggi servirà per capire se ci sono le condizioni per iniziare il rapporto insieme: condivisioni di idee, strategie e progetti futuri. Il nuovo Empoli prepara la risalita e pensa con insistenza a Moreno Longo: potrebbe essere davvero lui il nome giusto per la panchina toscana.

Carli saluta: "Qui ho trascorso 25 anni della mia vita"

Dopo l’ufficialità della separazione consensuale tra l’Empoli e Marcello Carli, l’ormai ex dg ha voluto quest’oggi salutare l’ambiente toscano in conferenza stampa. "E’ innegabile che dentro di me ci sia grande emozione. Ho passato qui 25 anni della mia vita, ho visto nascere e crescere questo centro sportivo e dentro di me c’è di tutto. Odio la retorica, ma faccio fatica a non esserlo: l’Empoli ha fatto qualcosa di straordinario grazie al lavoro di tutti. Il mio è un ringraziamento esteso a quelle persone che hanno consentito a questa società di fare grandi cose", le parole di Carli

Carli: "Retrocessione? Non ha funzionato niente"

L’ormai ex dg dell’Empoli si è assunto poi le responsabilità per la stagione negativa vissuta dalla squadra. "Quest’anno non ha funzionato niente e siamo retrocessi nell’annata dove forse salvarci era più facile. Le colpe vanno dal vertice che sono io a tutto il resto, non ha funzionato niente e se siamo retrocessi è anche perché non abbiamo avuto lo spirito giusto per arrivare all’obiettivo. La squadra ha dato tutto, ci abbiamo provato e su questo non ho dubbi. Sul mercato abbiamo fatto degli errori ne siamo consapevoli. Se ho fatto un errore è stato quello di non andare via lo scorso anno, ma avrei lasciato anche in caso di salvezza. C’è una ferita grossa nell’ambiente difficile da rimarginare: ma questo dovrà però essere fatto per il bene di tutti, servirà ritrovare lo spirito degli anni passati", ha concluso Carli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche