Calciomercato, Juventus: sabato è il giorno di Schick

CalcioMercato

Incontro in programma negli uffici della Lega Calcio tra i direttori sportivi di Juventus e Sampdoria per chiudere l’affare: si valuterà il possibile inserimento di eventuali contropartite tecniche, club bianconero che altrimenti pagherà i 25 milioni di euro della clausola

Affare all’ultimo chilometro, forse anche meno, perché la Juventus e Patrik Schick non sono mai stati così vicini. Contatti continui tra tutte le parti in causa, colloqui positivi che potrebbero portare al sì definitivo nella giornata di sabato: appuntamento già fissato tra i due club in Lega, l’occasione per definire i dettagli dell’accordo e arrivare così alla chiusura dell’affare. Il direttore sportivo bianconero Paratici e quello della Sampdoria Osti si incontreranno infatti negli uffici della Lega Calcio: incontro con ogni probabilità che sarà decisivo: resta da capire se nell’affare entreranno alcune contropartite tecniche, oppure se la Juventus pagherà i 25 milioni cash previsti dalla clausola. Per (l’ormai prossimo) matrimonio bianconero è stata decisiva la volontà del calciatore, sui cui ricordiamo c’era l’interesse dei tutte le big di Serie A e di alcuni club stranieri (Borussia Dortmund in testa).

I nomi sul taccuino bianconero

"Juventus? È possibile che ci sia un accordo prima del match con la Norvegia in programma sabato, ma è difficile da dire. Tutto è in fase di negoziazione, ci sono ancora altre opzioni. Non so ancora nulla di definitivo", le dichiarazioni dei giorni scorsi dello stesso Patrik Schick. Volontà e tempistiche dunque rispettate, con la Juventus che sabato proverà a chiudere definitivamente l’affare con la Sampdoria, portando così in bianconero uno dei talenti che maggiormente si sono messi in mostra in questo campionato. Patrik Schick, ma non solo. Perché il mercato della Juventus è pronto ad entrare sempre più nel vivo: continuano i rapporti con l’entourage di Keita (nonostante l’accordo tra Milan e Lazio), sempre vive le piste che portano a Bernardeschi, Douglas Costa e Di Maria. Esterni offensivi, ma anche centrocampisti centrali: Juventus che lavora a N’Zonzi del Siviglia e a Emre Can del Liverpool.

I più letti