Calciomercato Juventus: le ultime notizie live

CalcioMercato

Ultimo giorno di mercato per i campioni d'Italia, che finora hanno ritoccato ogni reparto, inserendo Szczesny, Howedes, De Sciglio, Bernardeschi, Matuidi e Douglas Costa, sopperendo così ai dolorosi addii di Bonucci e Dani Alves

CALCIOMERCATO, LE TRATTATIVE DELL'ULTIMA GIORNATA LIVE

I tifosi della Juventus non hanno certamente vissuto un'estate all'insegna del relax. Le scorie della finale di Champions persa a Cardiff si sono infiltrate come spifferi velenosi anche all'interno del calciomercato. Impossibile non partire dai due addii più dolorosi, ovvero quelli di Leonardo Bonucci e di Dani Alves, che proprio contro il Real Madrid hanno giocato la loro ultima partita in bianconero. Due fulmini a ciel sereno (ma forse neanche troppo sereno...), che hanno costretto Marotta e Paratici a inseguire per tappare due importanti falle in difesa. Riscattato Benatia, il mercato ha regalato anche l'arrivo di De Sciglio dal Milan e quello quasi last-minute di Howedes dallo Schalke 04. Il tutto con la promozione di Rugani nel ruolo di erede di Bonucci, con i soliti Chiellini e Barzagli a fare da chioccia. La fine della telenovela Donnarumma ha dato slancio ai dirigenti bianconeri nella trattativa Szczesny, probabilmente il miglior portiere della scorsa stagione, che in questo 2017-18 farà da assistente all'intramontabile Gigi Buffon, alla sua ultima stagione da calciatore (sarà vero?). Il turnover del centrocampo ha regalato il francese Matuidi, che a Torino era atteso come la manna da almeno 12 mesi, con il baby Bentancur che sembra essersi già ritagliato uno spazio nelle rotazioni di Max Allegri. Il modulo a quattro stelle in attacco, confermato anche in queste prime uscite stagionali, ha spinto i vice-campioni d'Europa a uno sforzo supplementare per rinforzare il reparto offensivo. Riscattato Cuadrado, sono arrivati anche due giocatori di velocità e fantasia come Douglas Costa e Bernardeschi, che vanno a riempire quelle caselle un po' scoperte nella passata stagione, con Mandzukic reinventato laterale e Pjaca troppo presto out per infortunio. 

Mercato Juve: gli acquisti

Cominciamo dai riscatti. La Juve ha investito in due degli elementi che lo scorso anno hanno contribuito al doblete e al raggiungimento della finale di Champions. Medhi Benatia (21 presenze e 1 gol nel 2016-17) è stato definitivamente acquistato dal Bayern Monaco per 17 milioni di euro, mentre Cuadrado (45 presenze, 3 gol e 10 assist) dopo due stagioni in prestito dal Chelsea, è diventato ufficialmente bianconero per 20 milioni di euro. Era ancora primavera quando dal Boca Juniors è arrivato Rodrigo Bentancur, classe 1997, su cui la Juve aveva una prelazione dall'estate del 2015, quando Carlitos Tevez decise di rientrare a Buenos Aires dopo due anni in bianconero. I 9,5 milioni di euro pagati per il centrocampista uruguaiano sono un investimento importante per un giocatore che ha già grande esperienza internazionale, come dimostrano le 55 presenze con gli xeneizes fra Primera Division e Copa Libertadores. Restando in Sud America, Marotta e Paratici hanno dato ad Allegri l'ala tutta velocità, fantasia e imprevedibilità chiesta dall'allenatore livornese: Douglas Costa. Dopo settimane di trattative, il Bayern Monaco ha mollato l'esterno della Seleçao con la formula del prestito (6 milioni), con la Juve che potrà esercitare l'opzione di acquisto il prossimo anno, per un totale di 46 milioni di euro. Viste le cifre da capogiro raggiunte un mese più tardi a causa dell'effetto Neymar, un grande affare anche dal punto di vista economico per il club campione d'Italia. Sullo stesso piano si può considerare l'acquisto di Federico Bernardeschi, jolly offensivo classe 1994, pagato 40 milioni cash alla Fiorentina: un esborso importante, ma ben lontano dalle cifre girate nelle settimane seguenti in Europa. La miglior difesa della scorsa Champions (escludendo Cardiff, naturalmente) è stata ritoccata con l'innesto di ben tre elementi. In porta la Juve si è preparata al meglio al traumatico addio di Gigi Buffon, previsto (salvo clamorosi ripensamenti) alla fine di questa stagione, con l'ingaggio del polacco Wojciech Szczesny. I bianconeri hanno così scelto l'erede di Super Gigi, prelevato dall'Arsenal per 12,2 milioni di euro, dopo due ottime stagioni in prestito alla Roma. Insomma, quello che è stato con ogni probabilità il miglior portiere dell'ultima Serie A, farà il dodicesimo al numero 1 di sempre: i pali bianconeri possono stare sereni... A rinforzare il reparto arretrato dei bianconeri sono infine arrivati Mattia De Sciglio (pagato 12 milioni di euro al Milan) e Benedikt Howedes (3,5 milioni di euro per il prestito dallo Schalke 04, con riscatto fissato a 13 più bonus). L'azzurro ritrova così Massimiliano Allegri, che lo aveva lanciato giovanissimo in rossonero nel 2011-12, mentre il tedesco è quel jolly difensivo con esperienza internazionale (campione del mondo nel 2014 con la Nazionale) perfetto per gli schemi camaleontici dell'allenatore livornese. 

Calciomercato Juventus: le uscite

La Juve è stata costretta a rincorrere sul mercato soprattutto in fase difensiva, dove ha perso due dei quattro titolari della linea dello scorso anno. E che titolari... Leonardo Bonucci è rimasto bianconero solo un giorno, il 13 luglio, in cui ha varcato i cancelli di Vinovo piuttosto contrariato. Appena 24 ore più tardi, con un comunicato, il club cedeva uno dei leader dei sei scudetti consecutivi al Milan per 42 milioni di euro. Si è spezzata così la famosa BBC che per anni ha fatto tremare mezza Europa, con Leo che in bianconero ha giocato 319 partite (con 19 gol), alzando ben 12 trofei, tutti in Italia. Già, la Champions, ancora lei, quell'ossessione che ha fatto probabilmente saltare in aria i rapporti tra Bonucci e Allegri (già tesi da febbraio) e che sicuramente ha consigliato a Dani Alves di cambiare aria. L'eccentrico brasiliano, protagonista della cavalcata europea della Juve dai quarti di finale in avanti, ha scelto di rescindere consensualmente il contratto con il club dopo appena un anno, accasandosi al Paris Saint-Germain, dove ha avuto un ruolo chiave nell'ingaggio di Neymar. A proposito di ingaggio, Dani Alves in Francia percepirà 14 milioni di euro netti in due anni, esattamente il doppio di quanto gli garantivano i bianconeri. Scelte di vita, ma anche di opportunità, per uno dei migliori laterali del mondo. La Juve ha fatto cassa e plusvalenze anche con altre tre cessioni: Mario Lemina passato al Southampton per 17 milioni di euro; Tomas Rincon, in prestito al Torino per 3 milioni e il brasiliano Neto ceduto al Valencia (che ha riscattato Simone Zaza) per 6 milioni. L'uscita più temuta dai tifosi, però, non si è verificata: ogni assalto a Paulo Dybala è stato respinto. Perdere anche la Joya nell'estate dell'addio di Bonucci, sarebbe stato veramente un doppio colpo al cuore. 

I più letti