Calciomercato Parma, Faggiano: "Da Cruz un investimento importante. Calaiò? Ce lo teniamo stretto"

Calciomercato
faggiano_getty

Il direttore sportivo gialloblu sul calciomercato: "Da Cruz investimento importante (2 milioni, ndr), è una scommessa ma siamo sicuri delle sue potenzialità. Calaiò? Abbiamo tre punte centrali e ce le teniamo strette"

CALCIOMERCATO - TUTTE LE TRATTATIVE - IL TABELLONE - LO SPECIALE

Il Parma punta al bersaglio grosso. I gialloblu sono tra le squadre più attive di tutta la Serie B e si stanno rinforzando con giocatori di assoluto valore. Uno è sicuramente Alessio Da Cruz, talento classe 1997 arrivato per 2 milioni di euro dal Novara e a cui ambiva anche l’Arsenal, su cui il direttore sportivo Daniele Faggiano ha detto: “È un investimento importante - ha spiegato in conferenza - che cercheremo di valorizzare al massimo. È una scommessa, ma siamo sicuri delle qualità del ragazzo, ha potenziale. Purtroppo il calcio è un rischio”. Un possibile nuovo arrivo è anche Mazzotta, difensore del Pescara: “È una valida alternativa. L’affare è quasi chiuso, non dico altro perché aspetto i documenti e le firme sui contratti. Anche con Caputo sembrava un’affare fatto…”. A proposito di terzini: “Cerchiamo un terzino destro e uno sinistro. Il motivo è semplice: a destra, con Iacoponi che fa anche il centrale, c’è solo Mazzocchi. A sinistra la partenza di Germoni ha liberato un posto. Analizzando tutto, se diamo Scaglia, che ha ha altre caratteristiche per questo ruolo, allora serve un’alternativa a Gagliolo che è un centrale, oltre a Ramos che, però, ha bisogno di giocare di più”.

"Troppo entusiasmo, a volte fa brutti scherzi"

Faggiano si è poi soffermato sulla situazione relativa a Emanuele Calaiò, possibile partente in questa sessione invernale di calciomercato: “In rosa abbiamo tre attaccanti centrali (oltre a Nocciolini, la cui cessione è imminente ndr.) e ce li teniamo ben stretti. Prima degli infortunio muscolare, Calaiò ha sempre lottato e segnato. In avanti tutto dipende dai tempi di recupero di Ceravolo, che si sta allenando con i compagni e che stiamo cercando di recuperare senza forzature. Andare a toccare una rosa che ha fatto 33 punti nel girone d’andata è pericoloso”. Sull’entusiasmo della piazza dopo il girone di andata, Faggiano dice: “Ne vedo troppo, ma a volte fa brutti scherzi. Le partite perse lo scorso anno in casa me le ricordo tutte… Andiamo avanti con i piedi di piombo”. Una battuta finale sulle cessioni: “A centrocampo se uno esce, uno entra. In attacco vediamo se esce qualcuno che ha giocato poco”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche