Calciomercato Juventus: Allegri resta, ma senza rinnovo. Così dopo 3 ore di vertice. News e aggiornamenti

CalcioMercato

L'allenatore resta sulla panchina bianconera ma senza rinnovare il contratto in scadeza nel 2020. Così è stato deciso dopo l'incontro alla Continassa con Agnelli, Marotta, Paratici e Nedved

BUFFON-PSG PIU' VICINI: LA SITUAZIONE

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NEWS

CHAMPIONS 2017-18: FASCE E AVVERSARIE DELLE ITALIANE

Allegri e la Juventus avanti assieme. E' bastato un sorriso, nascosto dietro i vetri dell'auto che lascia la sede della Continassa, per sancire la prosecuzione del rapporto. Un incontro di tre ore con Agnelli, l'amministratore delegato Marotta, il ds Paratici e Nedved disegnando il futuro bianconero. Stimoli rinnovati, ambizioni confermate. I dubbi dei mesi scorsi sono svaniti negli ultimi giorni. Il contratto resta fino al 2020 e non si è affrontato il tema di un prolungamento. In un clima di condivisione sugli obiettivi e le linee da seguire sul mercato per restare al vertice.

Il mercato della Juventus

La quinta Juve di Allegri nascerà da un cambiamento più profondo rispetto alle precedenti. L'addio di Buffon segna un passaggio simbolico al quale si aggiungono quelli di Lichsteiner e Asamoah. Altre possibili partenze di lusso: Khedira, Mandzukic. Mentre Alex Sandro potrebbe salutare solo davanti a un'offerta adeguata e solo se lo chiedesse. Allegri è rimasto soddisfatto dalle garanzie della dirigenza. L'idea è un blocco di 7-8 innesti di qualità per rilanciare la sfida, tra cui almeno due difensori esterni, un centrale, due centrocampisti e un attaccante, quello che potrebbe essere il grande colpo. Si aspetta Emre Can, è vicino Darmian. Sono presi Caldara e Spinazzola, tornerà Pjaca. In porta si tratta per Perin. Gli investimenti ci saranno, come sempre, ma senza escludere cessioni pesanti. Si parte per vincere tutto per definizione, quando ti chiami Juve. Ma deve essere chiaro che nulla è scontato dopo 7 anni di vittorie: altro punto sul quale Allegri ha insistito, trovando la sponda della società. Le attese, anche per la Champions, dovranno essere gestite senza eccessi e con pazienza, nel caso ci fosse bisogno di un assestamento. Anche su questo Allegri ha avuto rassicurazioni. Lasciando la sede con il sorriso, pensando alla sua quinta Juve.

I più letti