Calciomercato Napoli, addio Rui Patricio: andrà al Wolverhampton? Crescono le quotazioni di Leno

Calciomercato

Il Napoli dice addio a Rui Patricio, il portiere portoghese ha chiesto la risoluzione del proprio contratto per giusta causa con l'obiettivo di lasciare lo Sporting e firmare per il Wolverhampton, club vicino al suo agente Mendes

NAPOLI, SONDAGGIO COL BETIS PER FABIAN RUIZ

TORNA CALCIOMERCATO-L'ORIGINALE, DAL 4 GIUGNO SU SKY SPORT

Rottura totale, Rui Patricio ha avviato le pratiche per la risoluzione del proprio contratto con lo Sporting Clube de Portugal. A lanciare la clamorosa notizia è il quotidiano portoghese Record, che svela come alla base della decisione del portiere classe ’88 ci siano due motivi precisi. Innanzitutto il comportamento tenuto dal presidente del suo club di appartenenza Bruno de Carvaho, che avrebbe fatto saltare in extremis la trattativa per il trasferimento di Rui Patricio al Wolverhampton. In secondo luogo, l’atto di violenza perpetrato da decine di ultrà biancoverdi poche settimane fa, quando aggredirono con il volto coperto l'allenatore Jorge Jesus e alcuni giocatori, danneggiando anche alcune aree della struttura di proprietà del club biancoverde. Episodi che hanno spinto il portiere a chiedere la risoluzione unilaterale per giusta causa, con l’obiettivo di liberarsi a zero e firmare così con il Wolverhampton, club molto vicino a Jorge Mendes, agente anche del giocatore. L’obiettivo del procuratore portoghese è quello di risolvere il contratto per poi trovare a Rui Patricio una nuova destinazione che, con molta probabilità, sarà proprio l’Inghilterra.

Addio Napoli

Una situazione, quella creatasi intorno a Rui Patricio, che costringe il Napoli a un'obbligata resa. Il club di Aurelio De Laurentiis infatti segue il portiere portoghese ormai da mesi, ma il suo destino sembra ormai essere segnato, con Mendes che spinge per il trasferimento al Wolverhampton. La società azzurra resta alla finestra, ma allo stesso tempo comincia a guardarsi intorno alla ricerca di sostituti. I nomi sulla lista sono quelli di Leno e Sirigu, che restano in vantaggio rispetto ad Areola.

Il presidente Sporting: "C'era offerta Napoli, poi..."

"Rui Patricio ha chiesto la risoluzione del contratto, mi dispiace che prima di farlo non abbia parlato con la società di ciò che sta accadendo. Noi stavamo negoziando con Jorge Mendes, che ci ha detto che c’era un’offerta del Napoli, poi la situazione è cambiata perché loro hanno preso Ancelotti e questo interesse si è raffreddato. Poi sul giocatore è arrivato il Wolverhampton. Cosa non mi è piaciuto? Ci sono cose di cui bisogna parlare nelle giuste sedi. Dei 18 milioni per la cessione di Rui Patricio al Wolverhampton Jorge Mendes ne voleva 7. Il suo braccio destro ci ha chiamato alle 11 di sera per chiederci quale fosse la posizione dello Sporting. Mendes voleva approfittare della situazione, questo è un crimine. Mi dispiace che Rui Patricio non si sia interfacciato con noi perché gli avremmo fatto vedere e capire che sono situazioni che non hanno nulla a che vedere con il suo contratto. Forse era tutto a posto, ma Rui non ha parlato con noi, ripeto, mi dispiace”.

Chi è Rui Patricio

Da anni uomo mercato più volte accostato alla Serie A, lui che da sempre veste la maglia dello Sporting Clube de Portugal. Una bandiera dei Leões, orgoglio che risale dai tempi del settore giovanile e che in prima squadra l’ha portato a disputare 464 partite a -30 dal leader all-time Hilário. E pensare che da ragazzo veniva schierato centravanti, ruolo stravolto dall’avvento in biancoverde. In Portogallo lo strapotere di Porto e Benfica impoverisce la sua bacheca con 7 coppe nazionali, tuttavia il trionfo a Euro 2016 porta eccome la sua firma: unico giocatore di Fernando Santos a disputare per intero tutte le gare della Nazionale, Rui Patrício si è laureato campione d’Europa trovando spazio nell’undici ideale della rassegna. Sono 68 gli incontri da lui maturati nella selezione di Cristiano Ronaldo, quanto basta per garantirsi la titolarità nonostante la comparsa del bravo Anthony Lopes. Da dimenticare l’ultimo Mondiale con l’infortunio all’esordio e la prematura eliminazione: a 30 anni ci riprova nel girone contro Spagna, Iran e Marocco.

Sporting su Viviano

Con Rui Patricio in partenza, lo Sporting Clube de Portugal deve andare a caccia di un sostituto che non faccia rimpiangere l'addio del portoghese. Gli occhi del club biancoverde si sono posati su Emiliano Viviano, la cui avventura con la maglia della Sampdoria potrebbe essere arrivata ai titoli di coda, nonostante un contratto in scadenza il 30 giugno 2021. A far traballare le certezze del portiere classe ’85 è l’interesse del club lusitano, che ha messo gli occhi su Viviano per sostituire proprio Rui Patricio, ormai destinato al Wolverhampton, club vicino al suo agente Jorge Mendes. Nel giro di pochi giorni, il giocatore incontrerà la Sampdoria per analizzare a fondo la situazione, prendendo una decisione in un senso o nell’altro. Sull’ex portiere della Fiorentina ci sono inoltre anche Parma e Sassuolo, che monitorano attentamente la situazione con l’obiettivo di inserirsi nella trattativa. Nel caso in cui Viviano dovesse decidere di andare via, il club del presidente Ferrero si iscriverebbe all’asta per Skorupski, portiere di proprietà della Roma che piace anche a Genoa e Fiorentina.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche