Napoli, Mertens: "Sarri? Non ho capito la storia, forti anche senza Ancelotti"

Calciomercato
sarri_mertens_napoli_getty

L'attaccante belga ha parlato dell'addio dell'allenatore che l'ha lanciato come centravanti: "Abbiamo una squadra forte, Ancelotti non cambierà le cose. Per me in panchina andava bene anche Sarri"

PAPÀ HAMSIK: "HA UN CONTRATTO COL NAPOLI"

NAPOLI-VERDI, C'È L'ACCORDO

Se Dries Mertens è diventato un bomber da 25 gol all'anno lo deve a Maurizio Sarri. Per lui è stato come un padre, gli ha cambiato ruolo, l'ha riscoperto punta vera, prolifica. I due erano legatissimi e non è un mistero, tant'è che l'attaccante belga ha parlato a Premium del cambio di allenatore. Dall'ex Empoli ad Ancelotti, una novità che Mertens non capito al 100%. 

"Ancelotti? Andava bene anche Sarri"

Il pensiero dell'attaccante: "Per me anche Sarri andava bene, io guardo la squadra, abbiamo una squadra forte e non è un allenatore che la cambierà". Poi sul futuro: "Vediamo come è la storia, non ho capito cosa sia successo con Sarri sinceramente". La clausola di Mertens è bassa, scadrà a metà luglio: "Sì, ma ho ancora due anni di contratto a Napoli, sto bene lì".

Mertens, a gennaio clausola più bassa

22 reti stagionali fanno gola a tutti. Tant'è che il futuro di Mertens resta legato alla sua clausola rescissoria: 28 milioni di euro. Una cifra bassa, valida soltanto per l'estero, che scadrà intorno a metà luglio. Ma la curiosità è un'altra: dalla prossima finestra di mercato la clausola si abbasserà ancora, rendendo ancora più "abbordabile" l'acquisto del belga. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche