Sporting CP, esonerato Mihajlovic. Il presidente Cintra: "Ci ha fatto perdere 300 mila euro"

Calciomercato

Il serbo non è più l'allenatore dello Sporting Clube de Portugal, ad annunciarlo è stato Sousa Cintra, il nuovo presidente della società portoghese che ha preso il posto di Bruno de Carvalho

CALCIOMERCATO: TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Una decina di giorni, tanto è durata l’avventura di Sinisa Mihajlovic sulla panchina dello Sporting Clube de Portugal. Il caos societario scoppiato all’interno del club portoghese ha causato il ribaltone, il nuovo presidente Sousa Cintra ha dato il benservito all’ex Torino, annunciando in conferenza stampa di non voler dare seguito al contratto firmato da Mihajlovic con l’ex numero uno dello Sporting Bruno de Carvalho. "La prima cosa che Mihajlovic ha fatto è stato cambiare luogo di preparazione della prima squadra, spostandolo in Svizzera e facendo perdere allo Sporting 300 mila euro" le parole di Cintra. "Abbiamo deciso di non dare seguito al contratto. Mihajlovic è un allenatore fuori dai nostri piani per la prossima stagione. Cercheremo presto un nuovo tecnico. Entro lunedì annunceremo il nome del nostro nuovo allenatore, che sarà una persona di talento che possa portare quella giusta dose di ambizione per permettere al club di lottare per il titolo. Se qualcuno è convinto che lo Sporting CP sia stato indebolito, si sbaglia di grosso. Presenteremo una squadra capace di lottare per il vertice. Augusto Inacio? E’ un allenatore che mi piace molto, è una persona di casa ma non sarà il prossimo allenatore dello Sporting. I giocatori che vogliono andare via? Spero che tornino sui propri passi, molti di loro sono cresciuti con noi e desidero che restino con noi".

La ricostruzione

Una conferenza stampa ma nessuna comunicazione ufficiale a Sinisa Mihajlovic che, al momento, resta l’allenatore dello Sporting. Il serbo ha appreso davanti alla tv la decisione del nuovo presidente di non dar seguito al contratto triennale, dopo aver diramato la lista dei convocati per il ritiro che si svolgerà in Svizzera a partire dagli inizi di luglio. La volontà di Mihajlovic è quella di rispettare gli accordi presi con il club che, a sua volta, ha già deciso di interrompere il rapporto lavorativo. Sarà adesso compito dei legali trovare un accordo economico per risolvere una situazione che, con il passare del tempo, diventa sempre più intricata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche