Calciomercato Lazio, Valon Berisha: visite mediche e profilo

Calciomercato

Il centrocampista kosovaro, che sarà il terzo acquisto dei biancocelesti dopo Durmisi e Sprocati, ha effettuato questa mattina le visite mediche

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Durmisi, Sprocati e... Berisha. Che non è Etrit, ex portiere che tirava i calci di rigore (oggi all'Atalanta), bensì Valon, centrocampista kosovaro del '93. Affare praticamente concluso, con il calciatore che dopo aver ultimato le visite mediche in Paideia diventerà un nuovo giocatore della Lazio. Contratto di cinque anni a 1,3 milioni a stagione per Berisha che, dopo un colloquio di tre ore a Formello col ds Tare nella giornata di venerdì, ha deciso di sposare il progetto Lazio. Al Salisburgo andranno 7,5 milioni di euro, Berisha sarà subito a disposizione.

E' stato accompagnato dal fratello Veton, ‘94, che gioca nel Rapid Vienna. I due sono legatissimi, hanno scelto di rappresentare uno il Kosovo (Valon) e l’altro la Norvegia in onore dei genitori e del paese in cui sono cresciuti.

Chi è Valon Berisha? 

A 17 anni segnò un super gol dai 25 metri scatenando paragoni importanti: "Mi ricorda Gunnar Solskjaer". Parola di Hageide, oggi ct della Danimarca ed ex allenatore dei Viking. In breve: l'uomo a cui Valon Berisha deve tutto. Hageide l'ha fatto esordire in Norvegia, l'ha svezzato quand'era ancora un ragazzino e oggi, dopo tanti anni, i due si sentono ancora. Chissà, magari si saranno scritti anche prima del passaggio alla Lazio, tra consigli e pacche sulle spalle virtuali. Berisha arriva a Roma dopo 5 anni al Salisburgo, altrettanti campionati vinti e 4 Coppe d'Austria. Protagonista assoluto della cavalcata di Rose in Europa League, conclusa in semifinale contro il Marsiglia. Sì, Berisha segnò alla Lazio, ma non nella famosa gara di ritorno in cui i biancocelesti spensero la luce per 7 minuti. Valon segnò all'Olimpico. E forse stregò Tare quel giorno. Classe '93, mezz'ala mancina di qualità, più simile a Milinkovic che a Parolo. Un jolly offensivo che sforna assist a volontò. Pronto ad inserirsi nel 3-5-1-1 di Simone Inzaghi. 

Con l'inseparabile fratello Veton

Una curiosità legata alle visite mediche di Berisha: il neo laziale è arrivato accompagnato dal fratello Veton, ‘94, che gioca nel Rapid Vienna. I due sono legatissimi e hanno scelto di rappresentare uno il Kosovo (Valon) e l’altro la Norvegia in onore rispettivamente dei genitori e del paese in cui sono cresciuti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche