Cristiano Ronaldo-Juve, la ricostruzione di Gianluca Di Marzio

Calciomercato

Gianluca Di Marzio

Tempistiche non ancora confermate per il possibile arrivo del campione portoghese in bianconero, che ha dato il suo benestare al trasferimento. La società della famiglia Agnelli attende che Jorge Mendes confermi in forma scritta le condizioni pattuite con il Real Madrid (operazione da 100 milioni di euro e ingaggio di 30 milioni netti per 4 anni) per poi chiudere l’affare

RONALDO-JUVE: COSA SAPPIAMO FINORA

Un’operazione clamorosa, per quello che potrebbe diventare il colpo di calciomercato del secolo: Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus, le possibilità sono sempre più concrete. Ma quali sono i tempi per annunciare Cristiano Ronaldo? Le tempistiche non sono confermate, nel senso che non ci sono conferme da parte della Juventus sul fatto che il giocatore possa arrivare nella notte o nelle prossime giornate. Ci sono invece conferme sul fatto che la Juventus è pronta a prendere Cristiano Ronaldo alle condizioni che sono state pattuite con Jorge Mendes in questi giorni. L’agente del campione portoghese, infatti, ha portato verbalmente un pacchetto alla società bianconera, chiarendo che il costo del cartellino sarebbe di 100 milioni di euro e l’ingaggio del giocatore di 30 milioni netti all’anno per 4 anni. La Juventus, da parte sua, ha risposto dicendosi pronta a definire queste condizioni.

Adesso, dunque, cosa succede? Non c’è una clausola rescissoria alla Higuain, ovvero questi 100 milioni non sono depositati in Liga, ma si tratta di un accordo verbale che Jorge Mendes ha preso a gennaio con Florentino Perez. L’accordo, tra l’altro, non sarebbe valido per alcune squadre come Paris Saint Germain, Barcellona e altri importanti club inglesi. Se Florentino Perez dunque rispetta l’impegno preso con Jorge Mendes e l’agente di Cristiano Ronaldo si presenta quindi a Torino, appena possibile, con il pacchetto completo, la Juventus è pronta a chiudere. Se invece Florentino Perez, per una serie di motivi, dovesse chiedere una cifra superiore o volesse prendere prima un sostituto di CR7, come Mbappé o Neymar, a quel punto diverrebbe tutto molto più complicato. Ecco perché le parole di Jorge Mendes e le dichiarazioni molto distensive nei confronti di Florentino Perez e del Real Madrid sono sembrate quasi un messaggio per stemperare quella tensione che a Madrid si respira nei confronti del presidente dei Blancos e per cercare di far sì che Perez confermi quel prezzo pattuito a gennaio e possa quindi andare avanti nell’operazione con la Juve, che in questo momento rimane in attesa e non fa il passo con il Real Madrid, ma vuole che sia Ronaldo, con Jorge Mendes, a presentarsi con le cifre pattuite. La conferma che Cristiano Ronaldo vuole la Juve  c’è, il giocatore ha detto sì: questo è un presupposto che rende la società bianconera serena.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche