PSG, Neymar vuole tornare a Barcellona: i catalani riflettono

CalcioMercato

Secondo l’edizione odierna del Mundo Deportivo, il brasiliano sarebbe ancora in contatto con i vecchi compagni e intenzionato a fare ritorno in blaugrana. Tra i motivi, la qualità del calcio francese e l’ascesa inarrestabile di Mbappé

NEYMAR, DUE TUNNEL A LUIZ FELIPE. VIDEO

MBAPPÈ, 4 GOL E UN NUOVO FAN: IL FIGLIO DI NEYMAR

Voci che tornano, insistenti. Già nei primi mesi dell'anno, imperversano le voci che vedevano un Neymar scontento a Parigi, divenuta per lui una prigione dorata. Le piste sembravano essere due: il passaggio a sorpresa al Real Madrid e il ritorno al Barcellona. Tra le due, è sempre parsa più concreta la seconda, specialmente se in quel momento la permanenza di Cristiano Ronaldo non sembrava essere in discussione. Peraltro, i madrileni hanno anche pubblicamente smentito in più occasioni di essere interessati al giocatore. Alla fine, il padre del giocatore - che ne cura anche gli interessi - smentì ogni possibilità di questo tipo ed effettivamente Neymar ha cominciato la sua seconda stagione al PSG. Il Mundo Deportivo, tuttavia, nell'edizione odierna riporta nuovamente che il brasiliano avrebbe voglia di tornare in blaugrana. I messaggi in direzione Camp Nou proseguono, l'attaccante vorrebbe tornare a Barcellona, ritrovare Lionel Messi e gli altri compagni con cui si tiene in contatto, e vivere le grandi notti europee che a Parigi non è stato in grado di raggiungere. Resta poi l'annoso discorso relativo alla qualità del campionato e al trattamento che gli viene riservato dai difensori avversari, che lo prendono puntualmente di mira. Il club catalano è comunque ancora scottato dal trasferimento del brasiliano: il silenzio dei giorni precedenti alla partenza e lo shock causato dalle modalità singolari con cui è avvenuto il tutto sono un ricordo ancora vivo. Ma non come in passato, però: diverse componenti dirigenziali starebbero considerando diversamente l'ipotesi del ritorno. Certo, resta un'opzione molto complessa visti gli elevati costi da sostenere necessariamente, ma non impossibile.

Eclissato da Mbappé

Nell'estate del 2017, Neymar è stato accecato dall'offerta economica e sportiva che Nasser Al Khelaifi gli aveva proposto: ingaggio altissimo, sponsor, la promessa di allestire una rosa di livello, la prospettiva di avere Parigi ai suoi piedi, diventare l’uomo copertina dei prossimi Mondiali e i tanti premi se avesse vinto la Champions League. Legato ai traguardi di squadra c'è anche il conseguimento di quei riconoscimenti individuali che mancano al brasiliano per entrare a tutti gli effetti nell'élite di tutti i tempi del calcio mondiale. Tuttavia, dopo 14 mesi a Parigi, Neymar non è sul podio di questi premi e nella scorsa Champions il Paris Saint-Germain è uscito agli ottavi. Inoltre, quanto a peso in squadra, al momento le attenzioni sono tutte per Kylian Mbappé, l'enfant prodige campione del mondo, che ha conquistato tutti anche per le sue origini parigine. Probabilmente è la prospettiva del Pallone d’Oro che potrebbe rendere il Real Madrid una meta di nuovo appetibile, ma i rapporti tra le società non sarebbero dei più distesi, dopo il ciclo di smentite dei mesi scorsi che pare siano originate – secondo Mundo Deportivo – dalle pressioni dei vertici del PSG.

I più letti