Caro Babbo Natale: obiettivi di calciomercato sotto l'albero della Juventus

CalcioMercato

Sarà un mercato di gennaio in prospettiva, quello della Juventus. Non sono infatti previsti grossi investimenti a breve termine, ma Paratici e il suo staff stanno già lavorando e ponendo le basi per i colpi estivi. Occhio però ad un paio di giovani

IL "CODICE PARATICI": "COSì HO PRESO CR7"

JUVE-RAMSEY, LA TRADIZIONE DEI PARAMETRI ZERO

JUVE IN POLE PER RAMSEY. E ISCO...

Se sei Babbo Natale e lavori per la Juventus, incaricato di portarle qualche dono di mercato, puoi anche prendertela con calma e lavorare per l'estate e senza sfidare il clima rigido – così come i tempi – del mercato di gennaio. A maggior ragione se durante l'estate precedente hai fatto gli straordinari consegnandole il regalo del secolo. Uscendo dalle metafore natalizie, è proprio questa la strategia della Juventus: i bianconeri – anche perché non ne hanno particolarmente bisogno – non hanno in programma investimenti significativi per la sessione invernale e da un lato lavoreranno su eventuali occasioni da sfruttare per assicurarsi giovani su cui gli occhi sono stati messi da tempo; dall’altro cercheranno di mettere in cantiere quelli che saranno i colpi veri e propri per giugno. I recuperi di Emre Can e Khedira e la consacrazione di Bentancur – d’altronde – non rendono urgente un investimento a centrocampo – l’unico ruolo nel quale Allegri ha dovuto chiedere qualche sacrificio ai suoi giocatori in termini di minutaggio.

Ramsey a parametro zero per giugno

Quello di Paratici sarà dunque un lavoro di preparazione: il ds della Juventus comincerà (o meglio, ha già cominciato) a tessere le trame per regalare un'altra estate da sogno ai tifosi bianconeri. I primi due nomi della lista sono due centrocampisti, Aaron Ramsey e Isco: il comune denominatore è il talento, ma si tratta di due operazioni con difficoltà e tempistiche molto diverse. Per il gallese classe '90 dell'Arsenal – in scadenza di contratto il prossimo giugno – i bianconeri sono in pole e hanno superato Inter e PSG: le richieste di Ramsey sono state infatti ritenute eccessive dai nerazzurri e la destinazione parigina non sembra essere molto gradita al giocatore. Ecco dunque che la Juventus si è messa nelle condizioni ideali per portare a casa un colpo a parametro zero che incrementerebbe ulteriormente la qualità della rosa. Ramsey milita nei Gunners da 10 anni e al netto di infortuni e un paio di prestiti ha garantito un rendimento da 61 gol e 63 assist.

Sogno Isco

Diverso il discorso per Isco. Da sempre un pupillo di Paratici, il centrocampista spagnolo sarebbe in rotta con il Real Madrid: dopo l'addio di Zidane e la parentesi Lopetegui, il rapporto con Solari è tutt'altro che idilliaco e Isco avrebbe già le valigie in mano, pronto a lasciare Madrid. Destinazione? Difficile stabilirla già adesso, ma è certo che per far sì che sia Torino, la Juventus dovrà battere la concorrenza di diversi top club europei e soprattutto del Manchester City di Guardiola, pronto ad accoglierlo. Per assicurarsi Isco, inoltre, la Juventus dovrebbe investire una cifra stimata intorno agli 80 milioni di euro: in attesa dei primi contatti tra le società e con l’entourage del giocatore, Isco resta una pista viva e dopo il colpo di CR7 nessuno scenario può essere escluso a priori.

Gennaio: tra Trincao e Todibo

E a gennaio? No, la Juve non resterà completamente a guardare. Paratici e il suo staff potrebbero concretizzare un paio di colpi in prospettiva, finalizzando l’ingaggio di due giovani sui quali gli occhi erano stati messi da tempo. Si tratta del portoghese classe ’99 Francisco Trincao, stellina del Portogallo campione d’Europa Under 21 con tanto di gol in finale contro gli azzurrini. Il cartellino di Trincao appartiene allo Sporting Braga e sul giocatore esiste una clausola di 15 milioni di euro; un incontro a Milano tra l’entourage del giocatore e alcuni emissari bianconeri ha ulteriormente avvicinato le parti. Resta soltanto da attendere la risposta definitiva, per poi sferrare l’affondo decisivo con il Braga. L’altro prospetto sul quale sta lavorando la Juventus è Jean-Clair Todibo: anche lui è un classe ’99 – francese – gioca nel Tolosa ed è un promettente difensore centrale che all’occorrenza può giocare anche a centrocampo. Per Todibo si era mosso anche il Napoli, ma il giovane francese ha detto no e ora sta riflettendo tra Juventus e Barcellona.

I più letti