Juventus, Ramsey è ufficiale: cifre e dettagli dell'affare

CalcioMercato

La società bianconera ha annunciato l'ingaggio a parametro zero del centrocampista gallese a partire dal 1° luglio 2019: contratto fino al 2023 da 7 milioni di euro netti a stagione più bonus

JUVE-RAMSEY, È FATTA: IL GALLESE HA FIRMATO

PARATICI: "CR7, ICARDI E IL FUTURO DI DYBALA"

CHAMPIONS LIVE, TUTTE LE NEWS VERSO GLI OTTAVI

Mancava solo l'ufficialità, adesso è arrivata anche quella: a partire dal 1° luglio 2019 Aaron Ramsey sarà un nuovo calciatore della Juventus. Ad annunciarlo è la stessa società bianconera con un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito web: "Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato un contratto di prestazione sportiva con il calciatore Aaron James Ramsey con effetti dal 1° luglio 2019 e scadenza al 30 giugno 2023. A fronte del tesseramento del calciatore, Juventus sosterrà oneri accessori per € 3,7 milioni, pagabili entro il 10 luglio 2019", recita la nota. L'attuale centrocampista dell'Arsenal lascerà così i Gunners a parametro zero al termine della stagione: dopo aver già sostenuto le visite mediche con la Juventus e firmato il contratto fino al 2023 nelle scorse settimane, adesso è dunque arrivata anche la comunicazione ufficiale dell'accordo. Ramsey in bianconero guadagnerà 7 milioni di euro netti a stagione più bonus.

Juve, una tradizione da parametri zero

Con l'arrivo di ramesy il club bianconero conferma una tendenza cominciata con l'arrivo di Marotta, ovvero quella dell'attenta selezione di parametri zero con i quali impreziosire la propria rosa. Eh sì perché dei tanti colpi messi a segno dalla società negli ultimi 8 anni moltissimi, e forse tra i migliori, sono stati proprio quelli arrivati a scadenza di contratto. A cominciare da Pirlo, arrivato sotto la primissima gestione tecnica di Conte e il simbolo della rinascita juventina dalle ceneri di quei due famosi settimi posti consecutivi. Per passare a Pogba, rivenduto dopo sole 4 stagioni per oltre 100 milioni di euro proprio a quel Manchester United al quale Marotta l'aveva strappato. Per passare ad altri campioni del calibro di Dani Alves, Khedria ed Emre Can e senza dimenticare ottimi giocatori come Fernando Llorente, Coman, Neto e Lucio. Insomma, un vero battaglione di talento e tanti euro risparmiati.

I più letti