Calciomercato Real Madrid, rinnovo ufficiale per Kroos fino al 2023

CalcioMercato

Il centrocampista tedesco ha prolungato il contratto con il Real Madrid fino al 2023: "Legame forte con la società, se Zidane non mi avesse voluto non sarei qui. Siamo delusi dopo questa stagione ma prometto ai tifosi che torneremo ai massimi livelli", le sue parole in conferenza stampa

SCONTRO BALE-ZIDANE E CRISI REAL

ZIDANE: "DECIDO IO O VADO VIA"

REAL, ZIDANE NON VUOLE BALE

Il Real Madrid ha concluso con la 18^ sconfitta stagionale (0-2 contro il Betis al Bernabeu) un'annata difficile. I blancos sono però ripartiti da Zinedine Zidane e ora stanno programmando il futuro, con l'obiettivo di ritornare a vincere. Tra nuovi acquisti e addii eccellenti, il francese sta provvedendo anche alle riconferme. Tra queste c'è quella di Toni Kroos, uno dei fedelissimi di Zinedine Zidane e tra i protagonisti delle tre Champions League consecutive vinte tra il 2016 e il 2018. Il centrocampista tedesco ha firmato il rinnovo del contratto fino al 2023, prolungando di un anno rispetto al precedente accordo con i blancos che scadeva nel 2022.

Kroos fa autocritica: "Quest'anno nessuno al Real è stato al suo livello massimo"

Toni Kroos ha parlato in conferenza stampa: "Sono il primo a non aver giocato al proprio livello, non ho problemi a dirlo. Ho voglia di migliorarmi. Per me il rinnovo è una cosa speciale, ho un grande rapporto con il club. Sono arrivato nel 2014 e fin dal primo giorno ho sentito la fiducia, ricambiando con le prestazioni in campo. Non ci sono dubbi sul futuro, altrimenti non sarei qui. Dopo tutti questi anni ricchi di successi è normale essere delusi, ma stiamo pensando già a come tornare a vincere nella prossima stagione. Dico ai tifosi che torneremo ai massimi livelli, come prima di questa stagione. Mbappé e Pogba? Non sta a me parlarne, bisogna chiedere alla società ma sono giocatori che mi piacciono".

"Se Zidane non mi avesse voluto non sarei qui"

Kroos ha spiegato che nella maggior parte delle partite con Zidane, ha giocato nella sua posizione naturale: "Non rivelerò quello che ci siamo detti con Zidane, ma penso che se ci fossero dubbi sul mio futuro, oggi non saremmo qui. Penso che quest'anno nessun giocatore ha giocato al suo livello top, come invece è avvenuto nelle stagioni precedenti. Difficile avere successo quando questa cosa accade a tanti giocatori insieme. Ma è anche vero che siamo tutti esseri umani ed è normale che dopo tre Champions di fila si possa avere un calo. Quello che non è normale, secondo me, sono le tre Champions di fila. Pensavo fosse impossibile, ma noi lo abbiamo fatto".

Messaggio ai tifosi: "Ci serve il Bernabeu"

Vogliamo tornare al top, come prima, non dirò che andiamo a vincere tutto perché non lo so, ma ci proveremo. Quello di cui abbiamo bisogno è il Bernabéu".

I più letti