Calciomercato Napoli, cosa serve per il futuro? L'opinione dello Sky Calcio Club

Calciomercato

Allo Sky Calcio Club si è analizzato il percorso degli azzurri e cosa serve per migliorarsi in vista della prossima stagione. "Il ciclo di alcuni potrebbe essere finito, ma Ancelotti ha le idee chiare. Serve qualità dietro le punte e un regista"

ANCELOTTI: "SO CHI SARA' NOSTRO MIGLIOR ACQUISTO"

HAMSIK, PRIMO GOL IN CINA. VIDEO

CLICCA E RICEVI GRATIS SU WHATSAPP LE NEWS DI SKY SPORT

Il campionato del Napoli si è chiuso con la sconfitta per 3-2 in casa del Bologna. Un ko, il 7° in questa Serie A, che non ha messo in discussione un secondo posto ormai archiviato da tempo e che ha fornito a Carlo Ancelotti ulteriori indicazioni su come migliorare questa squadra in vista della prossima stagione. L'allenatore emiliano ha ereditato la scorsa estate la panchina di Sarri e, al primo anno alla guida degli azzurri, è riuscito a eguagliare i suoi risultati, pur chiudendo con qualche punto in meno. Un'analisi sul lavoro del mister classe '59 e su come crescere ulteriormente è stata fatta in occasione dello Sky Calcio Club. "Non ero convinto del Napoli di Ancelotti, invece ha fatto un buon lavoro - ha detto Bergomi -. Ci ha fatto vedere in alcune situazioni del buon calcio, delle buone idee. Quando ha messo Maksimovic in Champions ha funzionato, poi non è riuscito a passare in un girone difficile. In campionato, invece, quando si è visto staccato ha perso motivazioni e ha alternato buone prestazioni ad altre meno buone. Lavoro complessivamente positivo, forse poteva fare qualcosina in più nelle coppe". Costacurta ha rivolto, invece, già lo sguardo al futuro e indicato su che via intervenire in estate: "Questo è un gruppo che ha dato tanto in passato - ha affermato -. Ancelotti ha portato qualche novità e un po' di entusiasmo, ma era comunque un gruppo di giocatori che rincorreva da due-tre anni. Carlo ha lavorato benissimo, ma adesso il Napoli avrebbe bisogno di cambiare più di qualcosa. Una parte è già cambiata quest'anno, ma faranno anche altro". Sulla stessa lunghezza d'onda anche De Grandis: "Qualcosa stanno già facendo - ha spiegato -. Hanno già l'accordo con Ilicic, non più giovanissimo, e si dice che stiano cercando De Paul. Vogliono, dunque, più qualità dietro le punte. E poi non hanno più il regista: con Sarri avevano Jorginho, quest'anno non ce l'hanno avuto. Non so se Ancelotti voglia ancora fare il 4-4-2, ma qualcosa a centrocampo devono fare". Un pensiero condiviso in larga parte anche da Fabio Capello: "Manca ancora qualcosa, ma son riusciti a cambiare sistema di gioco e non era facile - ha concluso l'ex allenatore di Milan, Roma e Juve tra le altre -. Ancelotti si è preso due patate bollenti: la prima quando è andato al Bayern Monaco dopo Guardiola; ha cercato di cambiare e non gli hanno dato tempo. Qui è partito con delle difficoltà, però ultimamente ho visto un bel Napoli, divertente. Si vede la sua mano. Quando lui dice 'sappiamo dove metter mano', credo che il Napoli l'anno prossimo potrà essere competitivo sotto tutti gli aspetti".

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche