Calciomercato Real Madrid, dalla Spagna: Sergio Ramos vuole andare in Cina gratis

CalcioMercato

Clamorosa la notizia lanciata da Chiringuito Tv: il capitano del Real vorrebbe lasciare la squadra gratis, direzione Cina. Recentemente una riunione tra le parti, dove Ramos avrebbe chiesto un gentlemen's agreement. Perez avrebbe rifiutato

I MOTIVI DELLA ROTTURA CON PEREZ

CLICCA E RICEVI GRATIS SU WHATSAPP LE NEWS DI SKY SPORT

In Spagna la notizia ha già fatto il giro delle principali testate sportive del paese: Sergio Ramos vuole lasciare il Real Madrid, gratis, per accettare un'offerta irrinunciabile in Cina. La fonte è Chiringuito Tv, nel programma El chiringuito de Jugones, che apre alla clamorosa possibile separazione tra il capitano e i Blancos. Ramos, secondo il programma spagnolo, avrebbe chiesto a Perez la "carta de libertad", cioè un gentlemen's agreement, un accordo non scritto, e verbale, tra club e società. Lo stesso che ci fu la scorsa estate con Cristiano Ronaldo, poi effettivamente partito da Madrid in direzione Torino. 

Il tutto è stato discusso in una recente riunione, dove erano presenti Ramos, Perez, più l'agente del capitano del Real, suo fratello René, e Julio Senn, l'avvocato del giocatore. Ramos, che ha 33 anni, ancora due anni di contratto coi Blancos (fino al 2021) e una clausola da 800 milioni di euro, vorrebbe partire a zero per accettare un'offerta in Cina. La notizia è stata ripresa anche da As e Mundo Deportivo. Filtra anche la prima risposta del presidente Perez, che sarebbe stata negativa: non puoi andartene, il Real non può regalare il suo capitano - il senso delle parole di Perez.

I motivi della rottura

Sui media spagnoli l'indagine prosegue allora sui motivi che avrebbero portato a questa - eventuale - rottura tra le parti. As, come fece a suo tempo, richiama il diverbio avvenuto negli spogliatoi dei Blancos dopo l'eliminazione del Real dalla Champions contro l'Ajax, il 5 marzo scorso. I rapporti si sarebbero infatti incrinati proprio in quel momento.

Dopo il ko per 4-1 contro gli olandesi il presidente era sceso negli spogliatoi, dove aveva duramente rimproverato la squadra fino a sbottare usando l'aggettivo "vergognoso". A quel punto la risposta di Ramos (in tribuna perché squalificato dalla Uefa per la "furbata" del giallo cercato volontariamente all'andata), che replicò altrettanto duramente, difendendo i compagni in qualità di capitano e rimandando le accuse al mittente. "Mi paghi e me ne vado", avrebbe addirittura detto nel corso del diverbio, incolpando proprio presidente e il consiglio di amministrazione della cattiva pianificazione che avrebbe portato a quel disastro.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

I più letti