Calciomercato Atalanta, Gasperini resta: "Avevo già deciso". Percassi: "Continuità"

CalcioMercato

Il presidente Percassi ufficializza l'intesa con Gasperini con un comunicato: "Il nostro è un percorso di crescita che va avanti con l’obiettivo di dare continuità a quanto di importante è stato costruito in queste ultime tre stagioni". L'allenatore: "Una scelta fatta da tempo, l'Atalanta sta crescendo sempre più"

MASIELLO: "DOPO CR7 SOGNO MESSI AL CAMP NOU"

"Con grande soddisfazione posso confermare che il rapporto fra l’Atalanta ed il nostro allenatore Gian Piero Gasperini prosegue". A dichiararlo è il presidente Antonio Percassi, che ufficializza tramite un comunicato apparso sul sito del club bergamasco l'accordo già raggiunto nella giornata di ieri. Tra Gasp e l'Atalanta è bastato un primo incontro per trovare l'intesa, dribblando la girandola di panchine della Serie A e il nome della Roma, forse la concorrente più agguerrita per "strappare" l'allenatore al club che, il prossimo anno, giocherà la sua prima storica Champions League. Accordo trovato, come detto, con un rinnovo di contratto, che ora scadrà nel 2022. Nel mezzo anche un adeguamento dell'ingaggio che Gasperini si è guadagnato sul campo. Il nostro è "un percorso di crescita che va avanti con l’obiettivo di dare continuità a quanto di importante è stato costruito in queste ultime tre stagioni - ha poi proseguito Percassi nella nota ufficiale -. E proprio in virtù di questo momento storico che sta vivendo la nostra società ci sarà anche un ulteriore maggior coinvolgimento di mio figlio Luca in tutti quelli che sono gli aspetti di natura tecnica legati alla prima squadra. Non posso ora che augurare a tutti buon lavoro e come sempre forza Atalanta". Successivamente sono arrivate anche le dichiarazioni dell'allenatore.

Gasp: "Scelta fatta da tempo"

"Il contratto già c'era, la scelta era sta già fatta in passato e questo era solo un momento di fine stagione in cui la squadra ha ottenuto un risultato straordinario e quindi era giusto ripercorre un po' quella che è stata la stagione e mettere le basi per la prossima, perché l'Atalanta è sempre più in alto e ha bisogno di organizzarsi sempre meglio. E in questo la società è bravissima", ha detto Gasperini in un'intervista sul sito ufficiale del club.

I tifosi sognano

"Poi bisogna cercare di farli durare il più a lungo possibile i sogni - ha aggiunto -. E questo è lo scopo di tutti. Sono stati raggiunti risultati straordinari, la società cresce sotto ogni aspetto. Stadio, strutture e serviva mettere le basi per quella che sarà la squadra. E il fatto che Luca Percassi sarà ancora più coinvolto nella società, dà il segnale di come tutto potrà andare ancora meglio".

Il momento top della stagione

"Quello dell'altra sera a Reggio Emilia è stato il punto più alto della stagione. Siamo andati in crescendo negli ultimi anni ma questo è un grande traguardo per tutta la città".

La partita che le resta nel cuore?

"Qui è più difficile fare una classifica, perché sono state molte. Il primo anno con il Napoli è stata la gara della svolta che ha permesso una lunga cavalcata. Le vittorie sono state veramente tante e sempre in crescendo".

I tifosi

"Anche sotto questo aspetto Bergamo è un bel modello. Quello che hanno fatto in questi anni, seguendoci ovunque e ottenendo un riconoscimento da parte di tutti. Rappresenta un successo straordinario e anche questo rappresenta Bergamo".

Cosa pensa ora Gasperini?

"Felice e contento. Non ci sarà tanto tempo per le vacanze, ma questo per fortuna perché alla fine mi piace lavorare e pensare già alla prossima stagione, e che potremmo essere meglio come squadra rispetto a quest'anno. È una società che cresce in continuazione".

Le tappe della trattativa

Come detto, nella trattativa il primo incontro dopo il termine della stagione è stato immediatamente quello decisivo tra Gasperini e la sua Atalanta. Subito dopo la vittoria contro il Sassuolo che aveva portato alla storica qualificazione Champions, Gasp era stato chiaro: "Futuro? Ora festeggiamo, se ne parlerà più avanti. Ci confronteremo serenamente con Percassi, devo stare in un ambiente dove sono credibile e posso lavorare". Ambiente evidentemente confermato da entrambe le parti. Dopo il primo incontro nella giornata di martedì, era stato lo stesso presidente dell'Atalanta a confermare: "Siamo positivi. Abbiamo parlato ma sono dovuto andare via, domani mattina ci rivediamo e ci prendiamo un caffè insieme, ma sono ottimista". Ottimismo ben riposto vista l'effettiva conclusione a lieto fine. Gasp e Atalanta avanti insieme. 

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

I più letti