Bergomi: "Conte grande colpo, ma l'Inter non è la Juve"

Calciomercato

L'ex capitano nerazzurro commenta l'approdo di Conte sulla panchina del club del presidente Zhang: "È un grande colpo, porterà leadership e disciplina. Ma andrà ad allenare una squadra diversa da tutte le altre, l'Inter non è la Juve"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

"Antonio Conte all'Inter è un grande colpo". Non ha dubbi in merito l’ex capitano nerazzurro Beppe Bergomi, che ha commentato così - a margine della presentazione del palinsesto estivo di Sky Sport - l’approdo dell’ex Juventus sulla panchina dell’Inter. “Non ci trovo niente di strano. Io ho avuto Trapattoni. Erano trenta anni fa e il calcio è cambiato, adesso con i social si amplifica tutto, ma Conte è un grande professionista. Pirlo mi ha detto – ha proseguito Bergomi – che si sarebbe buttato nel fuoco per lui. Conte porterà leadership, disciplina, allenamento. L'Inter deve elevare il proprio standard, deve accorciare da Juve e Napoli che rimangono un gradino sopra". Bergomi che dà poi un consiglio al nuovo allenatore nerazzurro: "Antonio Conte deve sapere una cosa: l'Inter è diversa da tutte le squadre, non è la Juve. L'Inter, per citare Trapattoni, è una centrifuga. Conte la renderà più regolare ma non deve snaturarla".

"Icardi? Non credo ci sia più futuro per lui all'Inter"

Bergomi, infine, considera chiusa l'esperienza di Mauro Icardi in nerazzurro: "Non credo ci sia più futuro per lui all'Inter. Si fanno i nomi di Dzeko e Lukaku, segnano meno ma sarebbero più funzionali al gioco di Conte. La rosa gli piace: mi intriga Perisic a tutta fascia. Barella sarebbe un giocatore importante da far crescere senza fretta. Secondo me manca comunque un giocatore che sappia battere i calci piazzati", ha concluso l’ex capitano dell’Inter.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche