Calciomercato, Ilicic: "Rispetto l'Atalanta, ma dopo tanti anni voglio vincere qualcosa"

CalcioMercato

Lo sloveno mette in guardia l’Atalanta e chiarisce le sue ambizioni: "Ho diverse offerte e il mio obiettivo è giocare per vincere trofei. Se si potrà fare in nerazzurro sarò contento, altrimenti sarà una sfida da affrontare altrove"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

GASPERINI TRA I MIGLIORI ALLENATORI IN SERIE A

Nella stagione che ha permesso all’Atalanta di conquistare una storica qualificazione alla Champions League Josip Ilicic è stato senza dubbio tra i giocatori più importanti. Protagonista assoluto nonostante un inizio condizionato da un grave problema fisico, il trequartista sloveno ha trascinato la squadra di Gian Piero Gasperini in alto a suon di gol e giocate eccezionali. Inevitabilmente l’ex Palermo e Fiorentina è finito nel mirino di diversi club, il Napoli su tutti. Per questo l’Atalanta è al lavoro per cercare di trattenere uno dei suoi gioielli, il quale però ha obiettivi chiari per il futuro: Ilicic vuole giocare per vincere dei trofei.

Voglia di vincere

A chiarirlo è stato lo stesso numero 72 nerazzurro, che nel corso di un’intervista rilasciata a Ekipa24 ha messo in guardia il club del presidente Percassi: "Il mio obiettivo e il mio desiderio in vista della prossima stagione è rimanere in Italia – ha esordito Ilicic -, ma sono interessato solo ai club migliori. Ho delle offerte, l’Atalanta quest’anno è arrivata molto in alto e se andrò via sarà solo per una squadra di livello ancora superiore. Le voci che sono circolate? Posso dire che i giornali italiani stanno facendo un buon lavoro. In ogni caso al momento non sto pensando alle offerte, se ne occupa il mio manager. Io voglio giocare a livelli alti e se rimango all’Atalanta voglio diventare molto più forte. Se il club nerazzurro può darmi questo, sarò contento. Altrimenti sarà tempo di affrontare nuove sfide altrove. Io voglio competere per obiettivi sempre più importanti e voglio vincere trofei".

Rosa corta

In chiusura Ilicic ha parlato della voglia del presidente Percassi di tenerlo in squadra e ha parlato di come non sia possibile affrontare la stagione con una rosa corta: "Capisco che il presidente dell’Atalanta vuole che io rimanga – ha proseguito -, ha confermato l’allenatore e per questo sono contento. Ma in ogni storia ci sono due lati e io sono in una fase della mia carriera in cui non ho ancora molto tempo per giocare ai massimi livelli, quindi devo fare una scelta che mi permetta di ottenere il meglio. Quest’anno abbiamo giocato con 13 giocatori e questa non è la situazione di cui ho appena parlato. Per giocare al livello con il quale vorrei confrontarmi è necessario avere una squadra di 30 giocatori. Ma la cosa certa è che io voglio giocare in Champions League".

I più letti