Calciomercato Inter, Pintus pronto a firmare. Nessun dubbio dalla Spagna: lascerà il Real

Calciomercato

Il preparatore atletico, braccio destro di Zidane dal 2016, è pronto a lasciare la Spagna e a fare ritorno in Italia. Laddove lo aspettano i nerazzurri, con Conte pronto a riabbracciarlo dopo averci già lavorato ai tempi della Juventus dal 1991 al 1998

INTER, NON SOLO ICARDI: RISCHIA ANCHE PERISIC

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NEWS

Secondo quanto riportato dalla Spagna non ci sono più dubbi: Antonio Pintus lascerà il Real Madrid per raggiungere Antonio Conte all'Inter. Il preparatore atletico ha accettato l'offerta dei nerazzurri e si prepara al suo ritorno in Italia. Un desiderio che aveva ormai da diversi mesi, fin da quando Lopetegui lo aveva allontanato dallo staff madrileno. Pintus era poi stato richiamato da Solari, venendo confermato senza esitazioni da Zidane, di cui è il braccio destro dal 2016. Ma la fiducia non è bastata per battere la sua nostalgia di casa. 

La sua carriera

Pintus è arrivato a Madrid nell'estate 2016, dopo aver ricevuto una chiamata da Zidane proprio quando aveva iniziato la preparazione con il Lione, dove aveva firmato un accordo triennale. Ma il contratto a tempo indeterminato offertogli da Perez e l'ottimo rapporto di quest'ultimo con il presidente del club francese Aulas lo hanno portato al Real. Qui ha ritrovato Zidane, con cui aveva già lavorato alla Juventus a fine anni '90. Zizou era ancora un calciatore, proprio come Conte. Adesso i due sono allenatori vincenti, pronti a darsi battaglia. Dopo la parentesi bianconera, Vialli lo porta al Chelsea. In Inghilterra Pintus trascorre due anni e mezzo, ai quali serguono i quattro con Deschamps al Monaco. Il ritorno alla Juventus avviene con Deschamps durante la stagione in B, poi West Ham, Marsiglia e Palermo. Infine il Real appunto e i trionfi in Champions. Adesso un'altra grande sfida.

Amante della corsa

La passione di Pintus è senza dubbio la corsa. 20 chilometri al giorno, giri di campo senza sosta prima di ogni allenamento: "È importante che i giocatori mi vedano lavorare per dare l'esempio", ha raccontato. Atletica e tanta psicologia, così ha conquistato i giocatori con cui ha lavorato, dando loro anche tanti consigli alimentari. A testimoniare il grande affetto nei suoi confronti da parte dello spogliatoio ci ha pensato Marcelo che, dopo aver segnato in Champions contro il Viktoria, corse verso la panchina proprio per abbracciare Pintus: "Ci fa volare come aeroplani" le parole del brasiliano nel post gara. Conte spera che a volare sia anche la sua Inter.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche