Cagliari, Nainggolan: "Vedremo se il Cagliari riuscirà a riscattarmi"

CalcioMercato

Il Ninja è stato presentato in serata: "Qui si lotta e sono pronto a farlo di nuovo: sapevo che sarei tornato, solo non mi aspettavo così presto. Via per decisione dell'Inter, ora ho doppia voglia di fare bene"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Radja Nainggolan è tornato al Cagliari, nell’euforia generale dei tifosi sardi. Il giocatore è stato presentato alla stampa, in una conferenza in cui ha confermato quelli che sono i suoi obiettivi: "Sono carico, accetto la decisione che ha preso l'Inter: tocca a me dimostrare che si sono sbagliati, ho una doppia voglia di fare bene. Ogni giocatore pensa in grande, questa piazza ha sicuramente bisogno della salvezza poi si sta costruendo una squadra per cui si potrà guardare un po' più in là. Restiamo coi piedi per terra e vediamo dove si arriva. Il presidente mi ha detto subito le cose come stavano, ha fatto una cosa quasi impossibile e mi ha convinto subito. La scelta è stata presa immediatamente, sono felice di essere qui. So com'è l'ambiente, so che bisogna lottare e sono pronto a farlo un'altra volta. Io avevo qualche offerta, ma ho sempre saputo che sarei voluto tornare, anche se non pensavo così presto. Ho tanta voglia di far bene qui, quindi perché non provare a scrivere una storia importante. Inoltre ci sono le questioni extracalcistiche che tutti conoscono che hanno facilitato la scelta. Ritorno definitivo? Beh sono in prestito, se mi comprano... (ride, ndr)". Poi in esclusiva a Sky Sport ha ribadito il concetto: "Ho ancora due anni e mezzo di contratto con l'Inter: magari tra un anno il Cagliari avrà la forza economica per trattenermi". Di certo arriva un calciatore diverso rispetto a quello che era nella sua prima esperienza: "Ho sempre cercato di vivere la vita al massimo, qualche volta sbagliando. Io penso di star bene, ho un lavoro che per fortuna è un hobby: finché gioco, continuerò a dare il massimo".

La collocazione in campo

Il centrocampista ha raccontato di aver avuto già qualche confronto con Maran: "Ho parlato oggi con l'allenatore, l'avevo già sentito a telefono e ha già le idee chiare. Il centro sportivo si è evoluto, ricordavo la strada per arrivarci. La società vuole costruire sempre di più e secondo me ci sta riuscendo. Non ho parlato del mio ruolo con Maran, ho fatto oggi il primo allenamento col gruppo. Ci sono molti giocatori di qualità, io mi sono messo a disposizione come sempre. Importante che sia noi che i tifosi andiamo tutti verso lo stesso obiettivo". All’Inter è arrivato Nicolò Barella, nato e cresciuto a Cagliari e nel Cagliari. "L’ho conosciuto quando era un ragazzino, nel periodo che abbiamo condiviso all'Inter ho cercato di dargli qualche consiglio. Può migliorare ancora tanto e ambire a palcoscenici importanti" ha spiegato Nainggolan.

Giulini: "Radja sarà un esempio"

Accanto al giocatore, anche il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha parlato in conferenza stampa. "Tre settimane quando abbiamo discusso di questa possibilità sembrava un sogno, quindi lo voglio ringraziare anche perché ha deciso di spostare una parte del suo ingaggio come bonus e non è una cosa scontata. Ringrazio anche il suo agente, è un bellissimo regalo che facciamo a tutti i nostri tifosi e siamo felicissimi" ha esordito. L’arrivo di Nainggolan alza il livello della rosa, e forse la salvezza diventa un obiettivo riduttivo: "Dobbiamo pensare una partita alla volta, abbiamo preso un giocatore che determina e che fa vincere partite, l'ha dimostrato anche la scorsa stagione nonostante qualche acciacco e se l'Inter è in Champions lo deve anche a lui. Contrariamente a cinque anni fa, stavolta sarà un riferimento nello spogliatoio e l'esempio da seguire per Rog, Oliva e Nandez qualora dovesse arrivare. Sa che questo è il suo ruolo. Sono arrivati campioni importanti ma quasi sempre a fine carriera, lui è nel pieno della sua carriera e questa è la differenza. Ciò che succederà in futuro dipende da ciò che faremo in campo". Giulini ha poi dato un aggiornamento su Nahitan Nandez: "Con il Boca siamo vicini, vedremo se riusciremo a chiudere nei prossimi giorni"

I più letti