Calciomercato Fiorentina, Raphinha è più vicino. Tentativo per Kannemann del Gremio

Calciomercato

Dirigenza viola scatenata sul mercato. Raphinha dello Sporting è sempre più vicino: affare da 20 milioni totali. Simeone in uscita, già trovato l'accordo per il suo sostituto: è Pedro della Fluminense. Per la difesa piace Kannemann, 28enne del Gremio

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

La Fiorentina si conferma una delle grandi protagoniste del mercato estivo. Dopo l’arrivo di Franck Ribery, i viola non si fermano e rilanciano per chiudere al meglio la campagna acquisti. Dirigenza ancora al lavoro per completare colpi in entrata. Il giocatore più vicino, al momento, è Raphinha, talentuoso esterno classe 1996 dello Sporting. Il brasiliano è ormai a un passo: dopo l’offerta aumentata, si attende il via libera del club di Lisbona tra lunedì e martedì. Affare in prestito con obbligo di riscatto, per un totale di 18 milioni più 2 di bonus (lo Sporting era partito da 30 milioni). Con Simeone destinato a lasciare Firenze - Cagliari, che segue anche Ounas, la squadra favorita per prenderlo - la Fiorentina proverà poi a chiudere per Pedro della Fluminense: per l’attaccante classe 1997 sarà un prestito con obbligo di riscatto, per un totale di 15 milioni di euro più 4 milioni di bonus e il 30% sulla futura rivendita del giocatore.

Kannemann l’obiettivo per la difesa

Non solo l’attacco: la Fiorentina si muove per completare anche l’acquisto di un rinforzo per la difesa. In attesa di capire se si completerà lo scambio Biraghi-Dalbert con l’Inter, la dirigenza viola ha individuato in Walter Kannemann il profilo più adeguato da regalare a Montella. Centrale del Gremio, l’argentino (connazionale di Pezzella) ha 28 anni e una clausola rescissoria da 12 milioni di euro. Gli agenti sono già in Italia e sono stati preallertati: se la Fiorentina deciderà di spingere, si può chiudere l’affare in settimana. Kannemann, pilastro del Gremio dalla grande esperienza anche di Copa Libertadores, può vantare anche 5 presenze in nazionale maggiore argentina, anche se non ha preso parte alla spedizione per l’ultima Copa America. L’alternativa al classe 1991 resta Caceres, un “jolly” da svincolato.

I più letti