Calciomercato Brescia, Cellino: "Tonali vale 300 milioni. Cistana piace alla Juve"

Calciomercato

Il presidente del Brescia alla Gazzetta dello Sport: "Mai avuto un giocatore forte come Sandro. Per me vale 300 milioni e sono pronto a un sacrificio per rinnovargli in contratto". Poi svela: "Cistana era finito nel mirino dei bianconeri"

Strapparlo al Brescia non sarà facile, parola di Massimo Cellino, uno che da sempre riesce al valorizzare al meglio i suoi gioielli. E Sandro Tonali (classe 2000) è un talento purissimo, punto di forza della squadra di Corini e secondo molti perno futuro della Nazionale italiana: "L'agente e i genitori l’altro giorno mi chiedevano di questa quotazione da 50 milioni. Ho risposto che per me vale 300, vale a dire che non voglio venderlo. Non ho mai avuto un giocatore così forte. E dire che si sacrifica per tutti", ha ammesso il presidente del Brescia Cellino in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. "La bravura di Sandro è sotto gli occhi di tutti, ma a me piace soprattutto il suo sorriso. Tonali è speciale anche per questo: gli piace giocare a calcio, il resto non lo smuove. Eppure c’era il rischio che tanta notorietà lo mettesse in difficoltà. Può migliorare ancora tanto". Trattenerlo a Brescia però non sarà facile visto la corte serrata dei top club: "In Italia lo vogliano tutte le big. Dall’estero Atletico Madrid, Psg e City sono in pressing. Ma per me è meglio che resti protagonista a Brescia", ha proseguito Cellino. Che ha poi aggiunto: "Ho un sogno. Se Sandro accetta di restare sono pronto a un grande sacrificio economico per rinnovare il contratto. Sta a lui decidere sappia che qui può continuare a divertirsi, ma se va in una grande rischia di non giocare".

 

"La Juve aveva messo gli occhi su Cistana"

Dal talento di Tonali, a quello di un altro giovane che tanto bene sta facendo in casa Brescia: Cistana, difensore classe 1997. "Cresce in tutti i sensi, fisicamente e per personalità. Di difensori così, a quell’età, non ne vedo molti in giro. A inizio stagione la Juve ci aveva messo su gli occhi, meno male che gli ho rinnovato subito il contratto", ha svelato Cellino. Che ha dedicato un pensiero anche a Mario Balotelli, colpo a effetto del mercato estivo: "Si sta inserendo, Corini deve fare le sue scelte e il gruppo deve assorbire le novità. Mi sono confrontato con il tecnico perché l’ho visto preoccupato e gli ho consigliato di agire in libertà, senza farsi condizionare dai giudizi esterni. Mario deve ritrovare la forma migliore e lui è il primo a saperlo. Si sta comportando benissimo, per impegno e atteggiamenti. Così sta smentendo con i fatti la fama che lo accompagna", ha concluso il presidente del Brescia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche