Calciomercato Barcellona, Rakitic si sfoga: "Sono triste, mi hanno tolto il pallone"

Calciomercato

Finito ai margini del club blaugrana, il croato esterna tutto il suo malcontento: "Sono triste perché mi hanno tolto il pallone. Ho 31 anni, non 38, sono nel pieno della forma e voglio divertirmi". A gennaio via dal Barcellona?

Una prima parte di stagione vissuta ai margini: solo 10 presenze (7 in Liga e 3 in Champions) quasi tutte da subentrato per un totale di appena 255 minuti in campo. Ivan Rakitic non è più al centro del Barcellona e il croato non nasconde tutta la sua delusione: "A mia figlia quando le tolgono un giocattolo diventa triste. Al momento io mi sento nello stesso modo: mi hanno tolto il pallone e sono triste", ha affermato nel corso di un’intervista rilasciata a "Universo Valdano", programma in onda su Movistar. Cercato in estate dal Paris Saint-Germain, dalla Juve (scambio con Bernardeschi mai decollato) e valutato anche dall’Inter nelle scorse settimane, nonostante Conte per gennaio sembra preferire centrocampisti con caratteristiche diverse rispetto alle sue, Rakitc esterna tutto il suo malcontento per la sua situazione attuale: "Rispetto le decisioni dell’allenatore e di qualunque squadra. Io in questi anni ho dato molto al Barcellona e voglio andare avanti a divertirmi: ho 31 anni, non 38. Mi sento nel pieno della forma", ha ribadito il croato. Affermazioni importanti, che potrebbero rappresentare anche un importante indizio in vista della sessione invernale di calciomercato: il Barcellona, infatti, sembra intenzionato - davanti a una giusta offerta - a privarsi di Rakitic già a gennaio. Con il croato che potrebbe diventare (nonostante i costi piuttosto elevati, 6 milioni di euro netti d’ingaggio a stagione percepiti attualmente) un’occasione da non farsi sfuggire, anche per i club della nostra Serie A.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche