Bayer Leverkusen-Juventus, Paratici: "Non faremo mercato a gennaio"

Calciomercato

Il dirigente bianconero smentisce ogni tipo di intervento nel mercato di gennaio nonostante l'emergenza a centrocampo: "Abbiamo una rosa completa e competitiva". Poi sugli acquisti estivi schierati da Sarri in Germania per l'ultima di Champions: "Non è un esame per nessuno. Hanno tutti la nostra massima fiducia"

La Juventus in Germania non avrà niente da chiedere al campo. La qualifcazione agli ottavi di finale, in Champions, è stata ottenuta con due giornate di anticipo, motivo per cui con il Bayer Leverkusen sarà solo un test. Certo, serviranno risposte, perché i bianconeri sono reduci da due passi falsi in campionato. Il pareggio con il Sassuolo prima, il ko - il primo in stagione - sul campo della Lazio: "Voglio grande mentalità", ha ripetuto, non a caso, nella conferenza stampa della vigilia Maurizio Sarri, che tuttavia ha deciso di fare turnover. Un po' per gli infortuni, un po' per scelta. Dentro Buffon, che torna a giocare in Europa con la Juventus dopo la maledetta notte di Madrid. Dal 1' anche Demiral, Rugani e Rabiot: "Affrontiamo comunque una partita di Champions e noi siamo abituati ad affrontare tutte le partite con la stessa concentrazione - ha spiegato Fabio Paratici prima del match a Sky Sport - non è un esame per nessuno, sono tutti giocatori che hanno la nostra massima fiducia anche se hanno giocato poco fino a questo momento". Dopo l'errore sul gol di Caputo in occasione della sfida contro il Sassuolo, lo Chief Football Officer bianconero è tornato a parlare di Buffon, di nuovo titolare: "Siamo contenti di vederlo giocare con noi. Siamo molto felici che sia tornato alla Juve e che si goda questo momento". A centrocampo, appunto, la Juventus è in emergenza. Lo dimostra Cuadrado, accentrato da esterno a interno per la gara contro i tedeschi: "Mercato? Come ho già detto altre volte, abbiamo una rosa competitiva e completa. Abbiamo Emre Can e Khedira, che rientrerà. Non c'è nessuna intenzione di operare nella finestra di gennaio".

I più letti