Sampdoria, visite mediche per Maya Yoshida: "Felice di essere qui, sono pronto"

Calciomercato

Mattinata di esami e primi passi a Bogliasco per il difensore acquistato per 200mila euro dal Southampton (nessun connazionale ha giocato quanto lui in Premier League): contratto di sei mesi con opzione di rinnovo. "Felice di essere qui" le sue prime parole da giocatore della Samp. Sarà il secondo giapponese nella storia del club blucerchiato dopo Atsushi Yanagisawa

SAMP-NAPOLI LIVE

Giubbotto, maglietta, zainetto e sorrisi. Così ha avuto il via la domenica di calcio di Maya Yoshida, nuovo acquisto della Sampdoria per rinforzare la difesa. L'esperto giocatore giapponese classe 1988 arrivato in Italia dal Southampton - dove è diventato una bandiera con 194 partite giocate dal 2012 a gennaio 2020 - ha raggiunto poco prima delle 9 il laboratorio Albaro di Genova per sostenere le visite mediche con il suo nuovo club, concluse in poco più di un'ora. Accolto dal medico sociale della Samp, Amedeo Baldari, il difensore pagato 200mila euro ai Saints si prepara così a vivere una nuova esperienza in Serie A. Per lui contratto di sei mesi con opzione di rinnovo. "Felice di essere qui. Pronto? Le visite mediche sono andate" sono state le prime parole di Yoshida al termine dei test. Dopo gli esami, il giocatore si è trasferito a Bogliasco per conoscere staff e nuovi compagni di squadra, impegnati stamattina nella rifinitura in vista della partita di lunedì sera contro il Napoli, e allenarsi a parte.

Ecco Yoshida: secondo giapponese della Samp dopo Yanagisawa

L'arrivo di Yoshida si somma in difesa al ritorno di Tonelli e permette alla Sampdoria di rinforzare un reparto arretrato privato a gennaio di Murillo, passato al Celta Vigo, e dell'infortunato Ferrari. 31 anni, Yoshida è un difensore centrale con una buona attitudine al gol (sono 37 in carriera, di cui 11 in nazionale dove è andato a segno al debutto contro la Giordania). Giapponese più presente di sempre in Premier League  con 154 gare giocate in campionato, ha sfidato il suo nuovo allenatore Claudio Ranieri da avversario ai tempi del Leicester. Ora lo ritroverà in blucerchiato, alla pari di Manolo Gabbiadini, ex compagno di squadra e di esultanze ai tempi del Southampton. Yoshida non è però il primo esponente del calcio del Sol Levante a indossare la maglia della Samp: c'è un predecessore, l'attaccante esterno Atsushi Yanagisawa arrivato a Genova nell'estate 2003 dai Kashima Antlers. La sua esperienza in Liguria durò un anno, con 15 presenze e senza reti prima del passaggio al Messina (7 gare e 0 gol nella stagione 2004/2005). Prima del calcio inglese, Yoshida era passato per l'Eredivisie con la maglia del VVV Venlo e dai Nagoya Grampus in patria. Porterà a Genova la sua esperienza da capitano del Giappone, con due Mondiali e tre edizioni della Coppa d'Asia giocate. "Un piccolo passo per un giocatore, un grande passo per il calcio giapponese" diceva Yoshida parafrasando Neil Armstrong quando il 29 aprile 2017 centrava le 100 partite in Premier. Poco meno di tre anni dopo, è tempo di compiere un altro passo: quello che porta in Serie A.

Visite mediche per Maya Yoshida, nuovo difensore della Sampdoria
Maya Yoshida alle visite mediche con la Sampdoria
Yoshida alle visite mediche con la Sampdoria

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.