Fiorentina, Antognoni a Sky: "Chiesa e Castrovilli? Vogliamo tenere i migliori"

Calciomercato

Nel giorno del suo 66esimo compleanno il club manager Viola è intervenuto a Sky Sport: "Dopo i tre casi di positività nella Fiorentina, ora va tutto bene. I ragazzi si allenano a casa e siamo tranquilli". Poi sui due gioielli Castrovilli e Chiesa: "Avranno molte richieste, ma Commisso ha già detto di voler tenere i migliori"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Giancarlo Antognoni compie oggi 66 anni. Non è più il ragazzino che sul campo faceva la differenza, ma nel calcio continua a lavorare come dirigente. Lo fa per la Fiorentina, da sempre presente nella sua vita: "Si tratta di un compleanno un po' anomalo, che passo in famiglia - ha raccontato in diretta con Sky Sport - dobbiamo fare i conti con questa pandemia". Non è il primo momento delicato che l'Unico 10 - a Firenze lo chiamano così - si trova costretto a vivere. Il 22 novembre 1981, in uno scontro di gioco con il portiere del Genoa Silvano Martina, riportò una frattura alle ossa craniche e una temporanea interruzione del battito cardiaco: "In quel periodo ho pensato che, dopo l'episodio negativo che mi era successo, ne sarebbe venuto uno positivo e così è stato - ha raccontato Antognoni, che l'anno dopo vinse il Mondiale con l'Italia - dopo una disgrazia che ha colpito tutto il mondo, si può ripartire in modo migliore se tutti insieme si riesce a fare gruppo, a fare sacrifici. Serve questo per tornare ad essere quello che eravamo prima". 

"Per Chiesa e Castrovilli ci saranno molte richieste"

Intanto la Fiorentina va avanti, anche se in contesti diversi: "A parte il problema inziale, quando sono stati trovati positivi al virus Cutrone, Pezzella e Vlahovic, ora tutto è stato superato. I ragazzi si allenano a casa e hanno un programma ben definito da seguire, sia sotto il punto di vista fisico che alimentare. Coccoliamo soprattutto i più giovani, che sono soli e non hanno modo di uscire". Commisso sperava in una prima stagione più tranquilla, ma intanto le basi del progetto sono state gettate: "Abbiamo puntato su un mix di giovani ed esperti - ha continuato Antognoni -. Chiesa e Castrovilli? Per loro ci saranno molte richieste, ma il presidente ha chiarito che vuole tenerli in squadra per mantenerla competitiva. Il primo lo posso paragonare a Bruno Conti. Ormai è esperto e ha dimostrato di essere un giocatore valido sotto ogni aspetto. Il secondo è un centrocampista moderno capace di fare tutte e due le fasi come richiede il gioco di oggi. Questo doveva essere l'anno di transizione, nel prossimo speriamo in una stagione all'avanguardia e migliore dal punto di vista della classifica. Perciò i giocatori migliori vanno tenuti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche