Milan, da Donnarumma e Calhanoglu a Tomori: il punto su rinnovi e riscatti

Calciomercato
Manuele Baiocchini

Manuele Baiocchini

©LaPresse

Undici situazioni da definire. Praticamente una squadra di calcio schierata in ogni ruolo. Dove c'è il portiere, dove difesa, centrocampo e attacco sono al completo. È il Milan del presente e quello che i dirigenti rossoneri pensano possa essere il Milan del futuro

PARMA-MILAN LIVE

Aspettando l'annuncio sul rinnovo di Ibra, le trattative più difficili sono quelle che riguardano Donnarumma e Calhanoglu, per i quali c'è ancora distanza tra le richieste dei giocatori e le offerte del club, oltre che le sirene, sempre più forti, di altri club, come la Juventus soprattutto sul turco. E se su Mandzukic il Milan ha già deciso di non rinnovare a meno sorprese e tanti gol nel finale di stagione, per Tomori ha già messo in preventivo il riscatto dal Chelsea per 28 milioni di euro. Motivo per cui il rinnovo di Romagnoli non è più così scontato, avendo un contratto ricco e in scadenza nel 2022. Se non si trovasse un accordo entro l'estate, il capitano potrebbe finire sul mercato. Maldini e Massara vorrebbero invece Kessié e Calabria nel Milan del futuro e stanno portando avanti le rispettive trattative da chiudere nel più breve tempo possibile per evitare altre situazioni Donnarumma e Calhanoglu. Per il resto tutto rinviato a fine stagione. Con Meité e Brahim che dovranno meritare il riscatto e Dalot che difficilmente verrà acquistato a titolo definitivo dallo United. La priorità però adesso riguarda sempre Gigio e Hakan, da convincere, come Zlatan, nonostante le mille difficoltà.

rinnovi milan

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport