Cristiano Ronaldo, la promessa della mamma ai tifosi dello Sporting Lisbona.

Calciomercato

Dolores Aveiro, la mamma di CR7, nella serata dei festeggiamenti per il titolo dello Sporting Lisbona, ha promesso ai tifosi portoghesi: "Parlerò con Cristiano e lo convincerò a tornare a giocare qui il prossimo anno". Ronaldo ha vestito i colori biancoverdi dello Sporting a inizio carriera tra il 1997 e il 2003, prima del passaggio al Manchester United

SPORTING CAMPIONE DOPO 19 ANNI: I COMPLIMENTI DI CR7

C'è una nuova variabile tra le ipotesi relative al futuro di Cristiano Ronaldo. Lo Sporting Lisbona, infatti, si aggiunge alla lista delle possibili destinazioni di CR7 con una suggestione che nasce dalle parole di Dolores Aveiro, madre di Cristiano, ai tifosi dello Sporting in festa per la conquista del titolo: "Gli parlerò e proverò a convincerlo a tornare l'anno prossimo allo stadio Alvalade e vestire i colori dello Sporting", ha detto, ripresa dalle telecamere della televisione protoghese TVI 24. Una "promessa" fatta ai tifosi che arriva a due giorni dalla vittoria del titolo nazionale da parte dello Sporting, che non vinceva il campionato da 20 anni. Un successo celebrato anche sui social da Cristiano Ronaldo mentre i tifosi del club di Lisbona hanno provato a coinvolgere mamma Dolores nei festeggiamenti improvvisando caroselli e cori con bandiere sotto il balcone di casa della famiglia del numero 7 della Juventus.

Lo Sporting giocherà in Champions

leggi anche

Neymar invita CR7: "Non ho mai giocato con lui..."

Le dichiarazioni di Dolores Aveiro vanno però contestualizzate: sono infatti le parole di chi, oltre ad essere madre di uno dei calciatori più forti del mondo, è anche una grande tifosa dello Sporting. Il contratto di CR7 con la Juventus scade a giugno del 2022. Una scelta definitiva sul suo futuro arriverà solo a fine stagione. L'eventuale ritorno a Lisbona rappresenterebbe una scelta di cuore verso il club in cui Ronaldo ha conosciuto il calcio che conta, partendo nel 1997, a 12 anni, nelle giovanili dello Sporting, e toccando la prima squadra nel 2002, con una stagione intera da protagonista prima del passaggio al Manchester United. Altro dato che non guasta: a Lisbona avrebbe la certezza di giocare ancora in Champions League, competizione in cui è al primo posto per gol segnati, 136, davanti a Leo Messi, che ne ha realizzati 118. Un traguardo tutt'altro che certo per la Juventus, oggi quinta in Serie A a -1 dal quarto posto occupato dal Napoli con due turni di campionato ancora a disposizione.

"Non fermarti qui"

"Don't stop here": con questa frase pubblicata su Instagram, Ronaldo ha celebrato i 100 gol con la maglia della Juve. Un messaggio criptico, interpretabile in mille modi. Sicuramente si tratta di un messaggio positivo, carico di ottimismo, corredato con gli emoticon dell'occhiolino e del pugno. Ma il non fermarti a chi è rivolto? Alla sua fame di gol? Alla sua storia in bianconero? I tifosi juventini ovviamente si augurano quest'ultima versione ma molto dipenderà dal risultato di questo finale di stagione e dai programmi della società. Senza Champions diventa estremamente difficile immaginare CR7 ancora a Torino. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche