Chi è Pedro De La Vega, il 2001 osservato da Gattuso per la Fiorentina

Fiorentina

Talento, qualità, duttilità e un feeling speciale con la Serie A già sfiorata in tre diverse occasioni: conosciamo meglio l'esterno offensivo 2001 in scadenza nel 2023 col Lanus che piace alla Fiorentina di Gattuso

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NEWS IN TEMPO REALE

Qualche giorno di vacanza, ma con il pensiero già costantemente rivolto alla sua avventura alla guida della Fiorentina. Rino Gattuso – nuovo allenatore viola – si sta godendo qualche ora di relax a Marbella, in Spagna, dove ha una casa, ma non ha perso l’occasione per seguire dal vivo la gara amichevole tra Danimarca U20 e Argentina U23 (1-2 il finale). Osservato speciale? Pedro De La Vega, esterno offensivo di destra classe 2001 del Lanus – entrato a gara in corso al posto di Fernando Valenzuela – che la società viola sta osservando con attenzione.

La Serie A (sfumata 3 volte) nel destino

leggi anche

Gattuso si fa Viola, visita al centro sportivo

È nato nel 2001 a Olivarrìa, una cittadina di 80mila abbitanti nella provincia di Buenos Aires. Un talento sbocciato nel Lanus dopo che, nel 2012, erano andati male i provini sia col River Plate che col Boca. Nel 2017 la Federcalcio argentina lo ha premiato come miglior prospetto di tutti i campionati giovanili. Quello tra Pedro (o Pepo, come lo chiamano molti in patria) De La Vega e la nostra Serie A è un feeling che dura ormai da diverse stagioni, ma che non ha mai portato – almeno fino a oggi – all’inizio di una storia d’amore. Eppure i corteggiamenti, anche importanti, non sono di certo mancati: nell’estate del 2019 sembrava a un passo dallo sbarcare in Italia, con Genoa e Inter che avevano impostato l’affare in sinergia. Tutto saltato sul più bello. Sei mesi dopo ci ha provato il Parma, ma nessuna fumata bianca nemmeno in questo caso. Nell’estate 2020 è stato il turno dell’Atalanta, che lo aveva individuato come il profilo ideale per sostituire Ilicic – o comunque far crescere alle sue spalle. Ora lo osserva con attenzione la Fiorentina.

Star a… scuola

leggi anche

Debutta con il Lanùs, a scuola diventa una star

Piede destro, grandi margini di crescita (anche a livello fisico), duttilità – può giocare su entrambi i lati di un tridente offensivo, anche se preferisce partire da destra, e in alcuni casi anche da seconda punta –  e tanta qualità: sono queste le caratteristiche principali di De La Vega, che per modo di stare in campo e alcune intuizioni ricorda proprio Josip Ilicic. Cresciuto nelle giovanili del Ferrocarril Sud de Olavarría, all’età di 11 anni viene scartato da Boca Juniors e River Plate, ma a credere in lui è il Lanus. Il percorso nel settore giovanile e l’esordio in Primera Division argentina – senza aver mai giocato nemmeno un minuto nella formazione riserve – arrivato giovanissimo, il 16 settembre 2018 contro il Racing ad appena 17 anni, 7 mesi e 9 giorni. Maglia da titolare e primi sprazzi di talento. Una “prima volta” festeggiata il giorno dopo a… scuola, con i compagni di classe che al momento del suo ingresso in aula lo hanno accolto con cori e applausi. Passato, il presente al momento si chiama Lanus (10 gol e 5 assist in 67 presenze e contratto in scadenza nel 2023) e nazionale argentina (15 presenza nell’U20, ora è nella rosa dell’U23 che parteciperà alle Olimpiadi). Il futuro, chissà, forse finalmente Italia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche