Arnautovic al Bologna, Mihajlovic: "Mai avuto dubbi, affare ai titoli di coda"

Calciomercato

I rossoblù stanno limando gli ultimi dettagli, affare da circa 3 milioni di euro. La conferma dell'allenatore in conferenza: "Siamo ai titoli di coda, mai avuto dubbi sul suo arrivo, con lui giocheremo in maniera diversa. Altri acquisti? Nulla senza cessioni"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Marko Arnautovic è sempre più vicino – si stanno sistemando gli ultimi dettagli, affare da circa 3 milioni di euro – a diventare un nuovo attaccante del Bologna, la conferma arriva direttamente da Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa dal ritiro di Pinzolo. "Io non ho mai avuto dubbi che Arnautovic arrivasse, forse per altri motivi ci si è messo un po' più di tempo, ma noi siao sempre stati convinti di Marko e lui è sempre stato convinto di venire qui. Nessun dubbio. La società farà di tutto per prenderlo il prima possibile, siamo vicini ai titoli di coda. Ma io ho avuto sempre fiducia”, le parole dell’allenatore serbo. Che sempre su Arnautovic ha aggiunto: "È più abituato a fare gol, gioca per la squadra e può fare il falso nove per favorire gli inserimenti. Tiene in ansia tutta la linea difensiva e avere questo tipo di giocatore può aiutare tutti i compagni a sentirsi più forti. Con lui giocheremo in maniera diversa perché ha caratteristiche diverse rispetto a Palacio".

"Nuovi arrivi? Prima deve partire qualcuno"

vedi anche

Le nuove maglie della Serie A 2021-2022. FOTO

Mihajlovic che sul mercato ha  aggiunto: "A questa squadra, così come è oggi, manca una punta e Arnautovic dovrebbe arrivare. Se andiamo a guarda bene manca anche un difensore centrale “quasi” titolare e anche un centrocampista. Ma non si può fare nulla finché non si vende qualcuno". Sull’addio di diversi veterani: "Se sono partiti Palacio, Danilo, Da Costa e Poli sicuramente dipende soprattutto da me. Abbiamo comunque uomini di esperienza come De Silvestri, Soriano e Sansone. A Poli ho detto che non potevo garantirgli di giocare molto, per me c'erano tre giocatori davanti a lui. Mi dispiace che sia andato via ma sono contento per lui. Cosa dirà a Medel? Vedremo quando rientrerà e gli parlerò se gli andrà bene quello che ho da dirgli, l'anno scorso ha giocato solo 11 partite anche se una volta è stata colpa mia, a Benevento, dove lui voleva giocare per andare in nazionale e io l’ho schierato e si è fatto male", ha proseguito Mihajlovic.

"Vogliamo avvicinare le prime sette della classifica"

L’allenatore del Bologna ha poi parlato così di Orsolini: "Dipende da lui, ha grandi qualità e fiuto del gol ma a volte è discontinuo e poco concentrato. Se migliora può giocare dove vuole, sta diventando uomo e questo può dargli grandi vantaggi”. Sugli obiettivi: "Quest'anno penso che faremo meglio dell'anno scorso, è il minimo che possiamo chiedere, ma vogliamo stare costantemente nella parte sinistra della classifica provando di avvicinare i primi sette posti", ha concluso Mihajlovic.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche