Napoli, Spalletti: "Sarebbe difficile rinunciare a Insigne, ma ho fiducia per il rinnovo"

Calciomercato

Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine dell'amichevole vinta dal Napoli contro il Pescara per 4-0, facendo un punto sul mercato: "Il massimo sarebbe tenere tutti i calciatori, sono più forti dei nomi di mercato che circolano". Poi sul rinnovo di Insigne: "Sarebbe difficile rinunciare a lui. Se nessuno lo viene a prendere però il prossimo anno è con noi"

NAPOLI-PESCARA 4-0 GOL E HIGHLIGHTS - CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Dopo l'amichevole vinta dal Napoli contro il Pescara per 4-0, Luciano Spalletti ha fatto il punto sulla condizione della sua squadra e sul mercato. Inevitabile toccare l'argomento Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli, in scadenza a giugno 2022, non ha ancora rinnovato il contratto e la sua situazione sembra non sbloccarsi. Si profila quindi la possibilità di vederlo partire dal club azzurro. Queste le parole di Spalletti sull'eventuale futura partenza di Insigne dal Napoli: "Rimane difficile pensare di rinunciare a un giocatore come lui. Io sono fiducioso per il rinnovo. Quest'anno lo avremo sicuramente con noi se nessuno lo viene a prendere. Stiamo parlando di un giocatore che un mese fa è andato a Wembley e di fronte a sessanta mila persone, tutte inglesi, è andato a prendersi la coppa insieme ai suoi compagni: quindi è un giocatore difficilmente turbabile". 

Spalletti: "Il massimo sarebbe mantenere tutti i miei calciatori"

leggi anche

Poker al Pescara, segnali positivi per il Napoli

L'allenatore del Napoli poi ha continuato a parlare di mercato: "Noi abbiamo dei calciatori più forti rispetto ai nomi di mercato che circolano. Per me il massimo sarebbe mantenere tutti i miei giocatori. Poi naturalmente sappiamo che c'è più di una competizione e che il livello d'intensità non permette di esserci sempre. Quindi ci vuole una rosa che dia la disponibilità a sostituire qualche calciatore in qualche partita o di partita in partita". E sulla partita d'esordio nella prossima Serie A contro il Venezia, in programma domenica 22 agosto alle 20:45: "Abbiamo bisogno di questa settimana per poter valutare bene la squadra nella sua completezza. Chiaro è che il livello di squadra che siamo ci obbliga sempre a fare la partita e a giocare un buon calcio, oltre che vincere. Contro una neopromossa siamo obbligati a fare anche un po' di più". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche