Fiorentina, Pezzella al Betis: torna Nastasic. Il serbo giovedì a Firenze. News di mercato

Calciomercato
©Getty

Tutto fatto per il ritorno di German Pezzella al Betis Siviglia, club in cui il difensore aveva giocato prima del trasferimento alla Fiorentina: ai viola 3 milioni, al giocatore un contratto quadriennale. L'argentino saluta la Serie A dopo quattro anni. Al suo posto torna Nastasic: il 28enne serbo atteso in Italia giovedì

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Porte girevoli nella difesa della Fiorentina. Il capitano German Pezzella è infatti pronto a salutare il club viola dopo quattro stagioni, 137 presenze e 7 reti. Il centrale argentino, 30 anni, tornerà infatti al Betis Siviglia, club in cui ha giocato per due stagioni prima di trasferirsi in viola. Gli spagnoli pagheranno circa 3 milioni di euro per il cartellino del giocatore, che firmerà un contratto di 4 anni. Operazione in dirittura d'arrivo.

Ecco Nastasic: torna a Firenze giovedì

approfondimento

Fantacalcio, i nuovi stranieri da acquistare

Il sostituto di Pezzella per la difesa di Vincenzo Italiano è stato individuato da un mese e mezzo. Si tratta di un ritorno: quello di Matija Nastasic. Il 28enne serbo, ultime cinque stagioni allo Schalke 04, ha già giocato nella Fiorentina nella stagione 2011/12, chiusa con 29 presenze e 2 reti, prima della cessione a peso d'oro al Manchester City per circa 15 milioni di euro più il cartellino di Stefan Savic. Nastasic tornerà in viola per una cifra compresa tra i 2 e i 3 milioni di euro, indennizzo concordato dopo la retrocessione dello Schalke 04 in Zweite Liga per la prima volta in 30 anni, e il suo arrivo in Italia è previsto già nella giornata di giovedì.

Dal rinnovo di Vlahovic all'esterno destro: manovre viola

leggi anche

Burdisso assicura: "Vogliamo trattenere Vlahovic"

Tiene banco in casa Fiorentina anche il rinnovo del contratto di Dusan Vlahovic. L'attaccante serbo, seguito dall'Atletico Madrid, ha un contratto in scadenza nel giugno 2023. La Fiorentina aveva proposto un accordo a 3,5 milioni di euro più 500mila di bonus facili da raggiungere per un totale di 4 milioni netti (8 lordi senza il Decreto Crescita). Anche la clausola rescissoria era stata ormai concordata, trovando sugli 80 milioni di euro il giusto compromesso tra i 70 richiesti dal giocatore e i 100 dalla società di Commisso. Una volta vicini all'intesa, l'entourage del classe 2000 aveva poi chiesto 2 milioni di bonus per la firma, con apertura da parte dei viola. La trattativa si è bloccata quando gli agenti hanno provato ad avere anche il mandato esclusivo per vendere Vlahovic l'anno prossimo al valore concordato della clausola oltre a una percentuale sulla cessione. Condizioni che la Fiorentina ha deciso di non accettare. La situazione resta delicata, anche perché l'Atletico Madrid ha virato su Cunha dell'Hertha Berlino dopo aver ritenuto a sua volta troppo alte le commissioni richieste dall'entourage del giocatore (circa 8 milioni) per finalizzare l'offerta da 50 milioni più 10 di bonus. 

 

Con Kouamé diretto in prestito secco  all'Anderlecht, i viola lavorano comunque per comprare un attaccante e aumentare così la competitività del reparto: piacciono Orsolini del Bologna, Kean dell'Everton e Scamacca del Sassuolo. Si punta anche a un esterno destro, operazione che potrà essere sbloccata solo dopo la cessione di Lirola al Marsiglia. Davide Zappacosta è molto vicino con il club viola che spera di trovare un accordo definitivo con il Chelsea. L'alternativa è Daniel Muñoz, terzino colombiano classe '96 in forza ai belga del Genk. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche