Ronaldo al Barcellona, Gaspart: "Per ingaggiarlo mi travestii da cameriere"

Calciomercato

Un curioso aneddoto di mercato raccontato dall'ex presidente del Barcellona, Joan Gaspart, che ha svelato come nel 1996 riuscì a far firmare il contratto a Ronaldo, chiuso in una stanza con due bodyguard fuori dalla porta. Tutto grazie a una Coca-Cola...

I fatti risalgono al 1996, ma solo oggi l'ex presidente del Barcellona Joan Gaspart ha svelato come riuscì a portare in blaugrana Ronaldo il Fenomeno, all’epoca al Psv e non ancora ventenne. L’ha fatto raccontando un aneddoto molto divertente relativo al momento della firma quando, per riuscire a raggiungere il brasiliano “barricato” in una stanza, si dovette fingere un cameriere.

La Coca-Cola di Ronaldo

vedi anche

Ronaldo imita Nusret: "Cappuccinoo". VIDEO

“Ronaldo viveva in Brasile, era con la nazionale e dovevamo firmare: eravamo già d’accordo, ma non potevamo farlo, e la clausola diceva che se il giocatore non avesse firmato entro una certa data, il contratto sarebbe stato annullato. Non potevo vederlo e nemmeno avvicinarmi. C’erano due bodyguard fuori dall’ascensore, sono salito un paio di volte e non sono nemmeno uscito dall’ascensore. Poi è arrivato un cameriere dicendo che dalla stanza avevano ordinato una Coca Cola, e così i ‘gorilla’ mi lasciarono passare. Sono andato direttamente nella stanza di Ronaldo con la mia Coca e il vassoio. Qui Ronaldo ha firmato per il Barcellona sul letto in camera".

"C'è un uomo qui..."

leggi anche

Ronaldo: "Mondiale ogni 2 anni? Più spettacolo"

Una volta entrato nella stanza, Gaspart si è solo dovuto far riconoscere: "Non mi conosceva. Ha chiamato il suo manager e ha detto ‘c’è un uomo qui…’,e lui lo ha tranquillizzato dicendogli che poteva firmare tranquillamente. Ha firmato, ho nascosto il contratto nella giacca perché nessuno lo vedesse e quando ho visto il delegato del Brasile e gli ho detto: ‘Ci sono due soluzioni. Una: domani convocherò una conferenza stampa e presenterò Ronaldo come un nuovo giocatore con il contratto in mano; l’altra: io e te presentiamo Ronaldo come un nuovo giocatore del Barça’. Alla fine abbiamo scelto la seconda..."

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche