Milan, a Lazetic la maglia numero 22. Castillejo vicino al Valencia

Calciomercato
©IPA/Fotogramma

Il Milan ha ufficializzato l'arrivo di Lazetic, che ha scelto la maglia numero 22. Intanto contatti in corso tra rossoneri e Valencia per il trasferimento di Samu Castillejo

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Marko Lazetic è ufficialmente un nuovo giocatore del Milan. L'attaccante arriva a titolo definitivo dalla Stella Rossa Belgrado e ha firmato un contratto con il club rossonero fino al 30 giugno 2026. "Marko, nato a Belgrado il 22 gennaio 2004 - si legge nella nota - è cresciuto nel Settore giovanile della Stella Rossa con cui ha esordito in prima squadra nel novembre 2020, prima di trasferirsi in prestito al Graficar Belgrado con cui ha totalizzato 14 presenze e 4 gol. Tornato alla Stella Rossa nell'estate 2021, ha collezionato 16 presenze e 1 rete nella stagione in corso". Lazetic indosserà la maglia rossonera numero 22, che al Milan è stata fra gli altri di Kakà. ma lui l'ha scelta anche perché è la data del suo compleanno

Castillejo verso Valencia

Potrebbe essere arrivata al capolinea l’avventura di Samu Castillejo al Milan. Ai margini del progetto rossonero di Stefano Pioli, che a inizio stagione non lo ha nemmeno inserito in lista Champions, l’attaccante esterno spagnolo è finito nel mirino del Valencia che è al lavoro per riportarlo in Liga. Contatti in corso tra i due club alla ricerca dell’intesa definitiva su cifre e formula dell’affare, operazione che potrebbe essere definita nelle prossime ore. Legato al Milan da un contratto fino al 2023, Castillejo in questa stagione è stato impiegato – tra scelte tecniche e infortuni – da Pioli solo in 5 occasioni in Serie A, per un totale di appena 122 minuti in campo.

Lo sfogo tra le lacrime dopo il Verona

leggi anche

Infortunio per Kessié: trauma costale da valutare

In una delle rare occasioni avute in questo campionato, Castillejo ha lasciato il segno: mandato in campo a inizio ripresa contro il Verona con il Milan sotto di due gol, lo spagnolo ha guidato la rimonta rossonera procurandosi un calcio di rigore e provocando l’autore di Gunter del 3-2. Poi, a fine gara, lo sfogo tra le lacrime: “Ho vissuto un periodo difficile, sono stato molto vicino ad andare via. Oggi c'era lo sfogo per questo e i miei compagni lo hanno capito e da loro mi sento amato. Ieri non mi voleva neanche mia mamma e oggi posso esultare con i tifosi a casa mia. Perché sono rimasto? Forse è il destino". Lo stesso che adesso potrebbe riportarlo in Liga, dove ha già indossato le maglia di Malaga e Villarreal.