Verona, Kalinic ha risolto il contratto: va all'Hajduk Spalato. Le news

Calciomercato

Dopo essere sceso in campo contro la Juve, l'attaccante classe 1988 ha risolto il contratto che lo legava alla società gialloblù: torna all'Hajduk Spalato, club in cui è cresciuto e con cui ha esordito in prima squadra

JUVENTUS-VERONA 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

Dall'ingresso in campo contro la Juventus all'addio, la gara dell'Allianz Stadium è stata l'ultima di Nikola Kalinic con la maglia dell'Hellas Verona. Il centravanti croato, infatti, ha risolto il contratto che lo legava al club rossoblù e tornerà in patria, dove giocherà con l'Hajduk Spalato. Questo il comunicato ufficiale: "Hellas Verona FC comunica la risoluzione consensuale del contratto con il calciatore Nikola Kalinić, 34enne attaccante croato che lascia il Club gialloblù, con il quale - in una stagione e mezza - ha disputato complessivamente 33 partite in Serie A, mettendo a segno 6 reti e servendo 2 assist-gol. Hellas Verona FC ringrazia e saluta affettuosamente ‘Kale’, augurandogli le migliori soddisfazioni per il prosieguo della sua carriera sportiva", si legge sul sito ufficiale del club gialloblù.

"L'Hajduk è per me il club più grande di tutti"

leggi anche

Crociato ko per Gabbiadini, Samp prende Giovinco

Dopo la risoluzione con il Verona, Nikola Kalinic è stato quindi libero di trasferirsi in Croazia, dove il calciomercato è aperto fino al 15 febbraio. L'attaccante classe 1988 ha firmato per l'Hajduk Spalato, club nel quale è cresciuto e ha esordito in prima squadra. Un grande ritorno 13 anni dopo l'addio per trasferirsi al Blackburn, per iniziare la sua carriera in giro per il mondo tra Inghilterra, Ucraina, Spagna, Cina e, soprattutto, Italia con Fiorentina, Milan, Roma e Verona. Queste le sue parole: "Il ritorno all'Hajduk è un momento speciale della mia vita. Ho firmato contratti con molti club, grandi club, ho giocato per loro, ma l'Hajduk è il più grande per tutti noi che siamo cresciuti qui e ci siamo emotivamente attaccati. È qui che sono cresciuto, è qui che ho ottenuto la mia affermazione calcistica, alla fine è qui che sono nato ed è qui che c'è la mia gente. Farò del mio meglio per rallegrare tutti coloro che respirano per l'Hajduk e conservare questo momento e l'emozione che regna intorno al club il più a lungo possibile", le dichiarazioni rilasciate ai canali ufficiali della società croata.