Psg, Leonardo: "Mbappé può rinnovare, ci sono possibilità. Ibra voleva tornare"

Psg

Il direttore sportivo del Psg all'Equipe: "Faremo di tutto per trattenere Kylian, non ha ancora firmato con altri club. Mai pensato a Zidane o altri allenatori, non ho problemi con Pochettino". Poi il retroscena su Ibrahimovic: "Voleva tornare da noi"

Se il presente dice primo posto in Ligue 1 e ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid da disputare dopo il successo per 1-0 dell’andata, il nodo principale in chiave futuro in casa Psg è legato al futuro di Kylian Mbappé. Il gioiello francese, obiettivo dichiarato proprio del Real Madrid, è in scadenza di contratto a giugno e non ha ancora rinnovato con il suo attuale club. Leonardo, direttore sportivo del Psg, ha però ammesso in un’intervista rilasciata a l’Equipe che esistono ancora delle possibilità affinché l’attaccante prolunghi: "Quante possibilità ci sono di rinnovare il contratto di Mbappé? Non posso dirlo con precisione, ma abbiamo delle possibilità. Finché non ci sarà la firma con un altro club, proveremo di tutto per farlo rinnovare, faremo di tutto per mantenere Kylian Mbappé". Leonardo ha però smentito di aver offerto al calciatore un ingaggio da 50 milioni di euro a stagione: "Non è assolutamente vero. Non c'è nessuna offerta scritta. Credo sia l'ultima cosa che metteremo. Per scrivere la cifra ci vogliono due minuti, ora conta metterlo nelle condizioni perché possa diventare il miglior giocatore possibile. Credo che Kylian stia facendo una riflessione. L'accoglienza che ha avuto sabato contro il Saint-Etienne è stata magnifica".

"Ibrahimovic ha provato più volte a tornare da noi"

approfondimento

Mbappé incanta, dov'erano gli altri big a 23 anni?

Leonardo ha poi replicato a Zlatan Ibrahimovic, ex Psg oggi al Milan, che nella sua biografia ha svelato alcuni ‘dietro le quinte’ relativi agli anni trascorsi nel club francese: "Non voglio nemmeno rispondere. Dov’è l’indisciplina? Penso che ci sia un motivo se, ogni volta che un giocatore lascia il Psg, non riesce a smettere di parlare di noi. Tutto il mondo vuole venire e  Zlatan ha provato più volte a tornare. Sto ancora aspettando un’intervista in cui ringrazia il PSG per tutto quello che hanno fatto per lui. Il Psg è esistito prima e dopo di lui. Ma dimmi, dov’è l’indisciplina?". Leonardo ha parlato anche della situazione panchina e delle voci che nei mesi scorsi volevano Zidane al posto di Pochettino: “Posso assicurare che non abbiamo mai pensato di cambiare allenatore. Non abbiamo mai contattato Zidane o nessun altro. Posso dire che Pochettino non ha mai chiesto di partire. Non ho problemi con lui, parliamo di tutto". Per concludere, un pensiero su Sergio Ramos, arrivato in estate a parametro zero e quasi sempre ai box per infortunio (4 presenze in Ligue1 e una in Coppa di Francia): "Quando l'abbiamo ingaggiato, Ramos stava fisicamente bene. Sfortunatamente, quello che volevamo non è successo. Ma aspettiamo, la stagione non è finita", ha concluso Leonardo.