Bernardeschi: "Grato alla Juve, pronto per nuove sfide. Estero? Non escludo nulla"

Calciomercato

Il centrocampista saluta la Juventus dopo cinque anni: "Ultima partita in bianconero a Firenze? Chiusura perfetta di un cerchio, di un pezzo di vita e di carriera. Sono grato a tutto quello che il mondo Juve mi ha trasmesso, facendomi crescere come persona e come uomo". E sul futuro: "Italia o estero? Vorrei un progetto bello che sposi le mie idee, poi vedremo. Sono aperto a tutto"

"Ultima partita in bianconero a Firenze? In questi giorni ci pensavo e mi dicevo che era la chiusura perfetta di un cerchio, di un pezzo di vita e di carriera. Di questo sono molto felice". Federico Bernardeschi ha salutato la Juventus nella serata del Franchi, sfidando da avversario quella maglia viola indossata prima del trasferimento a Torino nell'estate 2017. Il centrocampista analizza ai microfoni di Sky Sport il suo addio:  "Devo dire che prima della partita di Firenze ho parlato con i ragazzi: ho ringraziato la società, l'allenatore e tutto il mondo Juventus che mi ha fatto sentire a casa dal primo giorno e ha rappresentato per me una famiglia. Quando si prendono decisioni di comune accordo e con eleganza da entrambe le parti, è una grandissima soddisfazione. Non è detto che un matrimonio debba finire litigando".

"Futuro all'estero? Non escludo nulla"

vedi anche

Fiorentina-Juventus 2-0. HIGHLIGHTS

Il centrocampista classe 1994 ha deciso - di comune accordo con il club - di non rinnovare il proprio contratto in bianconero in scadenza il 30 giugno 2022.  Dall'1 luglio, Bernardeschi lascerà quindi la Juventus dopo cinque anni e sarà libero di firmare con qualsiasi altro club. "Sono grato a tutto quello che il mondo Juve mi ha trasmesso, facendomi crescere come persona e come uomo - le sue parole - in questo viaggio bellissimo che si chiama vita, è la cosa più importante". Con una battuta sul futuro: "Se resto in Italia? Vediamo in questi giorni cosa ci dirà Gianluca Di Marzio. Non ho ancora preso una decisione definitiva, ci sono diverse idee. Un'esperienza all'estero? In questo momento penso molto a me stesso, credo sia la cosa più importante. Vorrei un progetto bello che sposi le mie idee, poi vedremo. Sono aperto a tutto, sono pronto a un cambiamento e diffido da chi sta nella comfort zone. Il cambiamento è crescita, evoluzione, sono aperto a tutto".