Acerbi-Inter, c'è l'accordo: chiusura in prestito con diritto di riscatto

Calciomercato
©Getty

La trattativa tra i nerazzurri e il difensore centrale della Lazio è vicina alla conclusione: c'è l'accordo sulla formula, che sarà un prestito con diritto di riscatto, ma bisogna capire se si tratterà di un prestito oneroso o meno

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

L'Inter è vicina alla conclusione della trattativa con la Lazio per Francesco Acerbi. L'unico tassello mancante per il ritorno del difensore centrale a Milano, questa volta sponda nerazzurra, è l'incastro sulla formula del prestito, da stabilire se oneroso o meno. Inoltre Acerbi dovrà risolvere delle situazioni con il club di Lotito: i biancocelesti, infatti, vorrebbero evitare di pagare gli stipendi di luglio e agosto al calciatore, per poi dargli il via libera al trasferimento. Confermata, invece, la formula: sarà un diritto di riscatto e non obbligo.

Acerbi il sostituto di Ranocchia

leggi anche

Allegri: "Gioca Kostic. Ballottaggio Gatti-Rugani"

Il difensore centrale classe 1988 sarebbe il sostituto di Andrea Ranocchia, il cui contratto con l'Inter è scaduto alla fine dello scorso giugno. I nerazzurri hanno tolto Milan Skriniar dal mercato: è stata già comunicata la volontà al giocatore di rinnovargli in contratto in scadenza nel 2023 dopo aver rifiutato una nuova offerta del Psg da 50 miloni di euro. Il contratto dello slovacco verrà adeguato al livello dei top presenti in rosa.