Mbappé-Psg, dalla Francia: è rottura, potrebbe lasciare a gennaio. Ma Campos smentisce

Calciomercato
©IPA/Fotogramma

Secondo quanto riportato da Marca il rapporto tra l'attaccante e il club francese sarebbe ai minimi storici: Mbappé si sente tradito dal Psg che non avrebbe rispettato alcune promesse fatte in sede di rinnovo. Il francese starebbe pensando a una partenza già nel mercato di gennaio, con Al Khelaifi che sarebbe disposto a cederlo a chiunque meno che al Real Madrid. Nel pre di PSG-Benfica Campos ha smentito: "Non ci ha mai chiesto di andar via"

È rottura totale tra Mbappé e il Paris Saint Germain. Secondo quanto riportato da Marca dopo l'indiscrezione di RMC Sport, l'ultima alzata di testa di Kylian dopo la gara a Reims ha compromesso definitivamente i rapporti tra il francese e il club. L'attaccante, infatti, era apparso molto nervoso in campo e al termine del match aveva pubblicato un post polemico su Instagram (successivamente rimosso) riguardo la sua posizione in campo. Ora però il Psg è stufo dei suoi capricci e Mbappé starebbe pensando a una sua partenza già nella finestra di mercato di gennaio: Al Khelaifi, però, sarebbe disposto a cederlo a chiunque meno che al Real Madrid. Prima che rinnovasse, infatti, il calciatore era stato molto vicino a vestire la maglia del club spagnolo. 

Le ragioni della rottura tra Mbappé e il Psg

leggi anche

Non solo Milan e Juve: che serata di calcio su Sky

Mbappé ritiene che il Psg lo abbia tradito. Per capire le ragioni basta tornare allo scorso maggio: durante le trattative per il rinnovo del contratto la dirigenza parigina ha promesso diverse cose al giocatore, la maggior parte delle quali irrealizzabili, in modo da convincerlo a firmare. L'accordo poi è stato raggiunto fino al 2024, con opzione per un ulteriore anno a discrezione del giocatore, con Mbappé che nel momento dell'annuncio ha deciso di posare con una maglia con su scritto 2025 in segno di buona disposizione e gratitudine nei confronti della squadra della sua città.

Mbappé rinnovo

Galtier: "Non so cosa sia stato detto a Mbappé quando ha rinnovato"

leggi anche

Calendario e gli orari delle partite di Champions

Nella conferenza stampa della vigilia del match di Champions League contro il Benfica, anche Galtier ha parlato della situazione di Mbappé: "C'è stata una reazione di Kylian dopo la partita. Una reazione a caldo dopo un momento di delusione, nel quale tutti eravamo frustrati per non aver vinto. Abbiamo parlato a lungo con lui all'inizio della stagione e mi ha colpito sentire la sua dichiarazione in nazionale quando ha detto di sentirsi più a suo agio nel gioco offensivo della Francia rispetto a quello del Psg". L'allenatore del Psg, poi, fa riferimento ad alcune cose dette al giocatore prima del rinnovo: "Non so cosa gli sia stato detto prima del mio arrivo a Parigi o nel momento in cui ha rinnovato il suo contratto. Di sicuro durante tutta la preparazione ho discusso a lungo con Luis Campos e con il presidente per avere un altro attaccante centrale che potesse permettere a Kylian di stare il più possibile nella sua zona preferita di campo. Questo giocatore alla fine non è arrivato, è vero che a volte Kylian si ritrova al centro e può avere la sensazione di giocare da prima punta. Ma è un giocatore intelligente capace di adattare la sua posizione in campo in base all'organizzazione offensiva della squadra". 

Campos: "Non ha mai chiesto di andar via" 

Sulla vicenda, nel pre partita di Champions League tra PSG e Benfica, è arrivato un commento da parte del club parigino, con le parole del direttore generale Luis Campos: "Mbappé non ci ha mai chiesto di lasciare il PSG a gennaio" le parole di Campos. Una smentita, dunque, che arriva direttamente dalla dirigenza del club, dopo le voci circolate nelle ultime ore. "Vedo Kylian lavorare, è uno straordinario professionista, se è felice o no bisogna chiederlo a lui" ha concluso Campos.