Roma, Karsdorp risponde alla convocazione e torna a Trigoria: atteso confronto con il club

roma
©IPA/Fotogramma

L'olandese si è presentato in mattinata al centro sportivo giallorosso, dopo più di un mese di assenza. Probabile ora un confronto con la società e l'allenatore, con cui il giocatore aveva rotto dopo la gara contro il Sassuolo e le dure parole di Mou nel post partita

Rick Karsdorp è tornato a Trigoria. Dopo più di un mese di assenza, l’olandese ha risposto alla convocazione della Roma e si è presentato al centro sportivo giallorosso. Ora è ipotizzabile che ci sia un confronto tra la società, Mourinho e il giocatore, che dopo la rottura totale con l’allenatore avrebbe voluto svincolarsi e trovarsi un’altra squadra. La volontà del club è chiara e, secondo uno dei principi della direzione sportiva portati avanti in questi anni, è quella di non svendere i suoi giocatori e Karsdorp è considerato un patrimonio della società, a prescindere dalla questione tecnica. La richiesta per eventuale acquirenti interessati all’olandese sarebbe di circa 10 milioni di euro, cifra che al momento non avrebbe richiamato l’interesse di molti club. Karsdorp ha un contratto fino al 2025 di 2,2 milioni annui. Karsdorp intanto si rimette a disposizione, dopo non aver risposto alla precedente convocazione e non aver seguito la squadra nella tournée in Asia. Nelle prossime ore si attendono ulteriori novità da questa vicenda.

Mou-Karsdorp, cosa è successo

Tutto nasce dalle dichiarazioni di José Mourinho dopo il pareggio contro il Sassuolo del 9 novembre. L'allenatore portoghese aveva dichiarato: "Mi sento tradito da un mio giocatore, gli ho detto di trovarsi una squadra a gennaio ma non credo. La squadra voleva vincere, però mi dispiace che il nostro sforzo sia stato tradito da un giocatore con un atteggiamento non professionale. Chi? Non lo dico". Tutti gli indizi, fin dall'inizio, portavano a Karsdorp. Parole pesanti a cui ha fatto seguito la non convocazione con il Torino nella partita successiva. Ulteriore conferma della rottura tra il giocatore e la Roma è arrivata dalla mancata partecipazione del giocatore all’allenamento programmato per il 20 novembre, in preparazione della tournée in Giappone, tournéè cui il giocatore alla fine non ha preso parte.