05 settembre 2017

Chelsea, Hazard: "Neymar vale 222 milioni? Io un miliardo..."

print-icon
Hazard - Chelsea

Eden Hazard, centrocampista del Chelsea (getty)

Il talento belga scherza paragonandosi a Neymar: "Non saprei quanto vale il mio cartellino, penso solo a concentrarmi sul lavoro che devo fare". Parlando di Conte: "Con lui ho uno splendido rapporto, ci trasmette energia ed è uno dei migliori manager al mondo. Il Mondiale? L'impegno più importante della stagione"

L’infortunio alla caviglia procuratosi a inizio giugno con la Nazionale ha rallentato l’avvio di stagione di Eden Hazard, che, però, proprio nell’ultimo impegno con il Belgio di Martinez è tornato in campo. Ed è pronto a farlo anche con il Chelsea di Antonio Conte, campione d’Inghilterra in carica. A una settimana di distanza da quello che sarà il suo esordio stagionale in campionato, Hazard, alla presentazione delle nuove scarpe marchiate Nike, ha parlato dei suoi obiettivi per la prossima stagione e di mercato, scherzando in prima battuta sulla folle cifra del trasferimento di Neymar al PSG: “Lo hanno pagato 222 milioni? Allora io valgo un miliardo…”, ha detto ridendo il talento belga. Che poi ha chiario: “No, lo dico per scherzare, non saprei dire quanto possa costare il mio cartellino. Devo concentrarmi sul mio lavoro, su allenamenti e partite col Chelsea. Ogni anno ci sono voci su un mio possibile cambio di maglia, ma poi contano i fatti. E io sono sempre qui a dare il massimo”.

"Conte uno dei migliori al mondo"

Hazard ha anche parlato di Antonio Conte: “Con lui ho uno splendido rapporto, ci trasmette energia ed è uno dei migliori manager al mondo. Ridiamo e scherziamo spesso insieme, anche se non posso definirlo un amico, non sarebbe professionale”. Sulle rivali per il titolo di Premier League: “Ci sono sette o otto squadre attrezzate per arrivare al vertice, ma l'impresa del Leicester nel 2016 ha insegnato che tutti possono battere tutti. È il motivo per cui la Premier è il campionato più interessante al mondo”. Un anno, questo, particolarmente importante per Hazard: la prossima estate, infatti, ci sarà l’appuntamento con il Mondiale di Russia, appuntamento che il Belgio non vuole fallire. “Se devo mettere in fila gli obiettivi per difficoltà, probabilmente in cima alla lista c'è il proprio il Mondiale. Anche più della Champions League col Chelsea, perché la mia nazionale non ha mai vinto nulla di così importante”. Per ultimo, Hazard ha raccontato degli aneddoti sulla sua carriera: "I miei 3 ricordi più belli? I debutti. Con Lille, Chelsea e Belgio".